Come accelerare gli investimenti per la decarbonizzazione degli edifici

Schneider Electric e World Economic Forum collaborano con una community dedicata a lanciare un modello che attragga più investimenti per la decarbonizzazione degli edifici

decarbonizzazione degli edifici
via Pixabay

Schneider Electric, il leader nella trasformazione digitale della gestione dell’energia e dell’automazione, supporta il World Economic Forum per il lancio di Net-Zero Carbon Cities Building Value Frameworkun modello per gli investimenti nella decarbonizzazione degli edifici.

Leggi anche Tecnologie digitali, la chiave per la trasformazione sostenibile delle aziende

Gli edifici generano circa il 40% delle emissioni globali di gas serra. Anche se esistono molte tecnologie che possono aiutare a decarbonizzare il settore, i principali ostacoli restano ancora connessi a finanziamenti e investimenti, come emerge dal recente report Beyond the Business Case rilasciato da World Green Building Council.

Secondo ricerche realizzate dalla Taskforce on Climate-Related Financial Disclosures con l’obiettivo di aiutare gli azionisti a prendere decisioni più informate in tema di investimenti connessi al clima, gli edifici sostenibili rappresenteranno un’opportunità di investimento pari a 24.700 miliardi di dollari entro il 2030 – e questo solo nei mercati emergenti; è evidente che abbattere le barriere che impediscono di investire è essenziale. Lo scopo del modello Building Value Framework è cambiare la percezione del valore degli investimenti in decarbonizzazione, perché siano presi in considerazione non solo per l’aspetto finanziario, ma anche per i vantaggi che offrono alla società, all’ambiente, al sistema nel suo insieme.

Il framework è stato creato con il contributo di oltre 40 esperti del settore real estate, finanza, tecnologia e amministrazioni pubbliche locali.

Questo modello può essere usato in qualsiasi momento del ciclo di vita nei progetti di riqualificazione di edifici esistenti, ed anche per la costruzione di nuovi edifici. Al framework si affianca una “lista di controllo” operativa, che aiuta l’applicazione pratica del modello e identifica le opzioni di investimento disponibili, in termini di tecnologie utili, in tutti gli stadi della pianificazione e del percorso di decarbonizzazione.

Decarbonizzare gli edifici è un fattore chiave per un futuro a zero emissioni nette, ma nonostante ciò oggi le decisioni di investimento sottovalutano questo aspetto. Il modello Building Value Framework è nato per evidenziare i vantaggi di più ampia portata che si ottengono integrando nelle decisioni di investimento valori non finanziari, e valutare al contempo come le tecnologie digitali possono aiutare nella transizione net-zero. Il framework è pensato per un uso pratico, per dare a chi decide strumenti e informazioni rilevanti che permettano di fare investimenti più rapidi, più inclusivi, più sostenibili” ha commentato Jean-Pascal Tricoire, Presidente e CEO di Schneider Electric.

Il framework si inserisce nella più ampia iniziativa del World Economic Forum Net Zero Carbon Cities co-presieduta dal Presidente e CEO di Schneider Electric Jean-Pascal Tricoire e da Francesco Starace, CEO e General Manager di Enel Group; l’iniziativa mira ad aiutare i leader dei paesi e delle città a raggiungere i loro obiettivi di riduzione delle emissioni, allineando i loro sforzi e ampliandone la scala in modo da offrire soluzioni che possano ridurre o eliminare le emissioni di anidride carbonica degli edifici, dei sistemi energetici, della mobilità.

Articolo precedenteIl ruolo dell’Italia sarà decisivo per dimezzare i pesticidi in UE entro il 2030
Articolo successivoCabine secondarie sostenibili e “circolari”, una sfida per gli innovatori

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui