Entra in funzione il progetto agrivoltaico da 70 MW nel Lazio

Il progetto di Cero Generation è supportato da contratti virtuali ‘PPA’ della durata di 10 anni con Philips e HEINEKEN. Ciò lo rende il primo
progetto solare nel Paese ad avere un consorzio multinazionale come off-taker. 

Fotovoltaico in perovskite antiriflesso
Via depositphotos.com

Cero Generation (Cero) ha oggi annunciato che il suo primo progetto agrivoltaico italiano, è entrato in operazione. Il progetto da 70 MW, conosciuto come Pontinia, utilizza contemporaneamente terreni per la produzione di energia da pannelli solari e per l’agricoltura, offrendo vantaggi comuni. Si trova in Provincia di Latina, nel Lazio, ed è uno dei primi impianti agrivoltaici su grande scala del Paese.  Il progetto è sostenuto da due contratti virtuali ‘PPA’ della durata di 10 anni con l’azienda globale produttrice di birra HEINEKEN e con l’azienda di tecnologia sanitaria Philips, il che lo rende il primo nel Paese ad avere un consorzio multinazionale come off-taker.

I PPA virtuali significano che HEINEKEN e Philips pagano per l’energia pulita generata da Pontinia, rispettivamente 64GWh/anno e 16GWh/anno, che sarà fisicamente distribuita alla rete elettrica italiana, mentre le aziende beneficiano delle ‘Garanzie di Origine’. Questo aiuta le aziende a ridurre le loro emissioni di carbonio e a sostenere la transizione globale verso un futuro a basse emissioni di carbonio, in linea con l’Accordo di Parigi. 

Si valuta che Pontinia genererà energia elettrica rinnovabile sufficiente ad alimentare l’equivalente di oltre 47.000 case, evitando circa 40.000 tonnellate di CO2 all’anno. Come impianto agrivoltaico, il 65% circa dei 135 ettari su cui sorge Pontinia sarà utilizzato anche per le colture agricole. Si tratta di una soluzione efficace, efficiente e innovativa alla competizione per l’uso del terreno, che crea impatti positivi sia per le coltivazioni che per la produzione di energia solare.  Cero collabora con una fattoria sociale, La Fattoria Solidale del Circeo, per svolgere le attività agricole del progetto. La fattoria sociale offre posti di lavoro a persone bisognose o socialmente escluse, insegnando loro a coltivare i terreni del sito con metodi biodinamici e a basso consumo di energia e sostenendo il reinserimento dei partecipanti nella comunità. 

Con un approccio di finanziamento innovativo, Pontinia è all’avanguardia nel passaggio a progetti fotovoltaici senza sovvenzioni nel Paese. L’annuncio di oggi fa parte della crescente capacità solare fotovoltaica che Cero ha in fase di sviluppo in Italia, a sostegno degli obiettivi del Paese di ridurre le emissioni di anidride carbonia del 60% entro il 20302.  Il portfolio di 25GW di Cero, suddiviso in 370 progetti utility-scale, è uno dei più grandi in Europa.

 Schneider Electric, consulente leader a livello mondiale per l’acquisto di energia rinnovabile, ha assistito Philips e HEINEKEN nella selezione del progetto e nella negoziazione del contratto.

Marta Martinez Queimadelos, CEO di Cero Generation, dice: “Siamo felici di vedere il nostro progetto di Pontinia entrare in funzione e iniziare a produrre energia più pulita, più economica e più sicura per la regione Lazio in Provincia di Latina”. I PPA virtuali con HEINEKEN e Philips e l’intelligente integrazione del progetto con le colture agricole rappresentano la dimensione dell’innovazione necessaria per combattere la crisi climatica.” 

Marco Faes, Direttore Regionale di Corporate Affairs Europe di HEINEKEN, afferma: “Come parte della nostra ambizione di ‘Brew A Better World’, stiamo accelerando la transizione verso la decarbonizzazione dei nostri birrifici. Insieme ai nostri colleghi del Global Procurement, abbiamo fatto grandi progressi nell’adozione di energie rinnovabili. L’iniziativa di Pontinia in Italia ci avvicina di un passo al raggiungimento del 100% di elettricità rinnovabile in Europa entro un anno. Siamo felici di collaborare a questo PPA e rimaniamo concentrati sul nostro viaggio a zero emissioni”.

Robert Metzke, Global Head of Sustainability di Philips, ha dichiarato: “Nel settore sanitario c’è una crescente spinta a limitare il nostro impatto sull’ambiente. Siamo impegnati a ridurre le emissioni lungo l’intera catena del valore dell’assistenza sanitaria e a diminuire la notevole impronta di carbonio del settore attraverso soluzioni e collaborazioni innovative, avanzando nel contempo verso un’economia circolare. L’iniziativa di Pontinia amplierà la nostra rete di strutture che ci permetteranno di acquistare energia rinnovabile sia per i nostri clienti che per le nostre attività”.
 
Schneider Electric, consulente leader a livello mondiale per l’acquisto di energia rinnovabile, ha assistito Philips e HEINEKEN nella selezione del progetto e nella negoziazione del contratto. John Powers, vicepresidente di Global Cleantech and Renewables di Schneider Electric, ha dichiarato: “Questa collaborazione innovativa rappresenta una pietra miliare nell’evoluzione della produzione di energia sostenibile. Noi di Schneider Electric siamo orgogliosi di far parte degli sforzi collettivi per scalare l’adozione di questa tecnologia”. 

Articolo precedenteIl settore del riciclo dei metalli vive una crescita spettacolare
Articolo successivoL’Italia fonda un’alleanza per misurare le emissioni della supply chain globale del gas fossile

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Leave the field below empty!