Eolico offshore, Saipem e Siemens Energy siglano un MoU

L’accordo mira allo sviluppo congiunto di un concept design per una sottostazione elettrica galleggiante di 500 MW e ad alta tensione a corrente alternata

agnes
via depositphotos.com

Saipem e Siemens Energy hanno firmato un Memorandum of Understanding (MoU) per lo sviluppo congiunto di una soluzione tecnologica d’avanguardia nel settore dell’eolico offshore. Si tratta di un concept design per una sottostazione elettrica galleggiante di 500 MW ad alta tensione a corrente alternata (HVAC) da impiegare nei parchi eolici offshore.

Le sottostazioni galleggianti offrono numerosi vantaggi, soprattutto in acque profonde: hanno una sottostruttura più leggera, sono caratterizzate da una maggiore facilità di installazione in condizioni sfidanti e senza l’ausilio di mezzi heavy-lift; comportano inoltre minori costi di decommissioning.

leggi anche Alberi galleggianti, le nuove turbine eoliche offshore di World Wide Wind

La sottostazione galleggiante di Saipem e Siemens Energy verrà concepita per operare negli ambienti più estremi con una maggiore stabilità e potrà essere adattata a capacità di MW più elevate secondo necessità. Sarà, inoltre, adatta alle infrastrutture di fabbricazione ed assemblaggio di tutto il mondo e si basa su una sottostruttura semisommergibile e un design del topside dalla comprovata efficacia. La sottostazione galleggiante potrebbe rappresentare una soluzione concreta per la riduzione del costo livellato dell’energia (LCOE) dei parchi eolici offshore.

L’esperienza di Saipem nella progettazione di infrastrutture offshore complesse e sostenibili, incluse le soluzioni galleggianti, si combina con l’ampio portafoglio di Siemens Energy nelle reti di trasmissione per sviluppare una tecnologia all’avanguardia, standardizzata e scalabile.

Fabrizio Botta, Chief Commercial Officer di Saipem, ha commentato: “La nostra aspirazione è quella di sfruttare l’esperienza unica di Saipem e Siemens Energy per sviluppare congiuntamente una soluzione galleggiante d’avanguardia per le sottostazioni offshore. Il nuovo concept sarà uno strumento per migliorare gli sviluppi dell’eolico offshore in acque profonde, riducendo l’investimento complessivo per l’infrastruttura. Questo accordo conferma ulteriormente l’ambizione di Saipem di rafforzare il proprio ruolo di leadership nel mercato dell’eolico offshore, fornendo soluzioni industrializzate e standardizzate.

leggi anche Dai parchi eolici offshore un aiuto per ripristinare la biodiversità marina

Agustin Tenorio, Vice President Transmission Systems di Siemens Energy, ha dichiarato: “La nuova soluzione ottimizzerà in modo significativo i parametri tecnici critici, come il peso, l’efficienza elettrica e la longevità degli asset, riducendo così i costi di produzione e consentendo a un numero senza precedenti di Paesi di beneficiare della generazione eolica offshore su larga scala. Questo MoU è parte integrante della strategia Net Zero di Siemens Energy, che consiste nel potenziare le proprie attività attraverso partnership tecnologiche per mercati specifici, a complemento della consolidata attività chiavi in mano che già oggi svolgiamo.

Articolo precedenteArtigianfer, Signify, Vespera Power: accordo su soluzioni integrate per agrovoltaico
Articolo successivoL’inquinamento colpisce maggiormente chi vive in condizioni di povertà

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui