Fotovoltaico, Solar Ventures si aggiudica più di 10 MW nell’ottava asta GSE

La potenza complessiva aggiudicata nell’ottava asta si aggiunge ai 26 MW assegnati a Solar Ventures in occasione delle gare precedenti

Solar Ventures
default

Grazie ai risultati dell’ottava asta per le fonti energetiche rinnovabili del GSE (Gestore Servizi Energetici), Solar Ventures accelera il proprio percorso di sviluppo di impianti fotovoltaici utility scale in Italia. La società, guidata da Michele Appendino, si è aggiudicata progetti per una capacità di 10,3 MW su tre impianti distinti: due in Sardegna, nelle località di Galtellì (provincia di Nuoro) e di Domusnovas (provincia del Sud Sardegna) rispettivamente da 4,5 MW e 3 MW; un terzo nelle Marche da 2,8 MW a Sassoferrato (provincia di Ancona).  La potenza complessiva aggiudicata nell’ottava asta si aggiunge ai 26 MW assegnati a Solar Ventures in occasione delle gare precedenti, di cui 5 MW sono pressoché ultimati, 9 MW sono in procinto di essere costruiti mentre 12 MW cominceranno la messa in opera durante l’autunno. I 10,3 MW appena ottenuti verranno invece realizzati all’inizio dell’anno prossimo.

leggi anche Fotovoltaico a concentrazione, efficienza vicina al 50%

I risultati dell’asta confermano le prospettive positive per l’industria solare in Italia, peraltro già delineate all’interno del Decreto Energia, recentemente convertito in legge, che ha dato il via libera a un importante processo di semplificazione dei procedimenti autorizzativi per l’installazione di nuovi impianti fotovoltaici” dichiara Michele Appendino, CEO di Solar Ventures. “In aggiunta alle politiche nazionali, il programma RePowerEU dell’Unione Europea si propone di installare 600 GW di nuova capacità solare entro il 2030. Da questi elementi si capisce come il fotovoltaico sia sempre più la tecnologia di riferimento per la transizione energetica”. 

Articolo precedenteThe Hills: le sei torri ad alta sostenibilità ispirate dal paesaggio naturale dell’Ecuador
Articolo successivoEni e Ansaldo Energia, accordo per sviluppare soluzioni per l’accumulo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui