GreenPulse e BayWa r.e. insieme per aiutare Etex nel suo percorso di decarbonizzazione

Completato il progetto che ha visto l’installazione di un impianto fotovoltaico di ultima generazione in grado di contribuire in modo significativo all’alimentazione green dello stabilimento di Filago (Bergamo). A regime, facendo leva sul contributo fornito dalle energie rinnovabili, lo stabilimento di Etex sarà in grado di ridurre le proprie emissioni di CO2 per un totale di circa 380 tonnellate all’anno.

BayWa r.e.

GreenPulse e BayWa r.e. sono al fianco di Etex nel suo percorso di decarbonizzazione e riduzione dell’impatto ambientale. È stato finalizzato infatti il progetto per ridurre le emissioni dello stabilimento di Filago, provincia di Bergamo, tramite l’installazione di un impianto fotovoltaico della potenza di 669 kWp. L’impianto è stato attivato di recente e ha già iniziato a produrre energia pulita per Promat – un marchio commerciale di Etex – leader di riferimento per la protezione passiva dal fuoco e per i materiali d’isolamento acustico e ad alte temperature.  

L’impianto fotovoltaico sopra il tetto dello stabilimento Etex di Filago ricopre un’area totale di circa 3.170 m² e produrrà 818.856 kWh di energia all’anno. Considerando che il consumo annuo di elettricità dello stabilimento è pari a circa 4,8 GWh, l’installazione dell’impianto fotovoltaico permetterà a Etex di ricevere circa il 16% del fabbisogno energetico del proprio stabilimento da fonte rinnovabile. Roberta Facheris, Plant Manager dello stabilimento di Filago, spiega come l’impianto fotovoltaico porterà dei benefici che vanno oltre l’aspetto ambientale.

“L’installazione di soluzioni energetiche rinnovabili non è solo un metodo efficace per ridurre le emissioni di CO2, ma è anche uno strumento utile per ridurre i costi della bolletta dell’energia elettrica. L’impianto fotovoltaico sopra il tetto dello stabilimento Etex di Filago ha una quota di autoconsumo pari a circa il 93%. Questo significa che la maggior parte dell’energia verde prodotta dall’impianto fotovoltaico verrà consumata direttamente dallo stabilimento. Etex, dunque, sarà in grado di risparmiare perché dovrà acquistare una quantità minore di energia elettrica da fonti esterne. Inoltre, acquistando l’energia verde da GreenPulse a un tasso fisso garantisce una prevedibilità del prezzo che è particolarmente apprezzata nell’attuale volatilità del mercato dell’elettricità”.

GreenPulse, player europeo leader nello sviluppo, nel finanziamento e nella gestione patrimoniale dei progetti riguardanti l’energia rinnovabile, fornirà a Etex la vendita dell’energia pulita tramite un contratto PPA (Power Purchase Agreement) On-site dalla durata ventennale. Tramite un contratto di Diritto di Superficie, Etex permette a Green Pulse di utilizzare direttamente la superficie della copertura dello stabilimento per produrre l’energia green necessaria per il fabbisogno energetico di Etex. L’installazione dei 1.239 moduli fotovoltaici sopra il tetto dello stabilimento è stata curata da BayWa r.e. Power Solutions, la business entity del Gruppo BayWa r.e. specializzata nella fornitura di soluzioni energetiche per industrie, che in questo progetto ha ricoperto il ruolo di partner EPC (Engineering, Procurement and Construction).

Greenpulse e BayWa r.e. condividono una forte vocazione verso le collaborazioni a lungo termine con i propri clienti e Partner, come spiega Francesca Manso, Managing Director di BayWa r.e. Power Solutions.

“La forte sinergia che si è creata tra Green Pulse e BayWa r.e. Power Solutions nella realizzazione di questo progetto può dar vita a nuove collaborazioni sinergiche. È già in fase di valutazione un altro progetto in collaborazione con GreenPulse per Etex, dove, in aggiunta a un nuovo FV in copertura e ad una pensilina fotovoltaica, verranno progettate e installate delle colonnine per la mobilità elettrica. Un progetto dall’approccio olistico, frutto della collaborazione tra due società leader nella progettazione di tecnologica integrata a servizio delle imprese”.

Manu Jans, CEO di Green Pulse, ha invece sottolineato l’impegno intrapreso da Etex verso la sostenibilità dei propri impianti.

“Trasformare lo stabilimento Etex di Filago in una fonte di energia rinnovabile evidenzia la forte volontà di Etex di intraprendere un percorso sostenibile verso la decarbonizzazione dei propri impianti. Ci occupiamo delle questioni finanziarie e operative, garantendo a imprese come Etex una transizione verso le fonti di energia rinnovabile senza alcuna spesa di investimento o di gestione. Lo stabilimento Etex di Filago si va ad aggiungere ad altri progetti fotovoltaici in fase di realizzazione in Italia, Spagna e Belgio da Etex in collaborazione con GreenPulse negli ultimi anni. Questi progetti permettono a Etex di risparmiare più di 4.000 tonnellate di CO2 ogni anno grazie a un totale di 10 MWp di impianti fotovoltaici con una produzione complessiva di 15 GWh di energia rinnovabile all’anno”.

Articolo precedenteAste rinnovabili, le offerte negative sono un boomerang per i consumatori?
Articolo successivoLe biopiastrelle decorative realizzate in Thames Glass, biomateriale ottenuto dai gusci di cozze

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui