Iberdrola-BEI: accordo per finanziamento di 100 milioni di Euro

Iberdrola promuoverà lo sviluppo di tecnologie innovative e sostenibili 
nei settori delle energie rinnovabili, dell’idrogeno verde e della mobilità sostenibile
 e offrirà soluzioni nuove, efficienti e personalizzate ai propri clienti.

Iberdrola

La Banca Europea per gli Investimenti (BEI) ha firmato un finanziamento di 100 milioni di euro con Iberdrola – tra i più grandi gruppi al mondo nel settore energetico in termini di capitalizzazione di mercato – per sostenere la strategia di innovazione, ricerca e sviluppo dell’azienda tra il 2021 e il 2023. Il prestito è stato firmato a Madrid dal CEO di Iberdrola, Ignacio Galán, e dal Vice-Presidente della BEI Ricardo Mourinho Félix, Responsabile delle attività della Banca in Spagna e Portogallo.

I fondi ottenuti favoriranno lo sviluppo di tecnologie innovative e sostenibili, elementi chiave in linea con la trasformazione del settore energetico, la decarbonizzazione e l’elettrificazione dell’economia. La ricerca sarà applicata all’area delle energie rinnovabili, per la produzione di idrogeno verde e lo sviluppo di impianti eolici e fotovoltaici galleggianti, e avrà l’obiettivo di favorire l’integrazione delle energie pulite, attraverso impianti idroelettrici con sistema di pompaggio e batterie. 

Leggi anche Il più grande impianto fotovoltaico d’Europa alimenterà la Danone

Iberdrola svilupperà anche nuove soluzioni per i clienti, promuovendo l’efficienza energetica e un servizio più personalizzato, oltre a migliorare la mobilità elettrica. In quest’area, si proporrà di migliorare la digitalizzazione, l’automazione e la sicurezza informatica. 

In occasione dell’accordo, il Presidente di Iberdrola, Ignacio Galán, ha sottolineato quanto l’innovazione sia cruciale per Iberdrola: “Ricerca, Sviluppo e Innovazione sono nel nostro DNA continuiamo a impegnarci per essere più innovativi, efficienti e customer-oriented. Dobbiamo aumentare le nostre ambizioni e integrare la rivoluzione verde con l’innovazione come elementi chiave della ripresa economica. Negli ultimi due decenni siamo stati pionieri in questo e con accordi come quello raggiunto oggi con la Banca Europea per gli Investimenti rafforzeremo la nostra strategia di innovazione e ricerca per continuare ad anticipare il futuro, costruendo oggi le soluzioni per affrontare le sfide di domani”.

Il Vice-Presidente della BEI Ricardo Mourinho Félix, responsabile delle attività della Banca in Spagna e Portogallo, ha dichiarato: “La BEI è fortemente impegnata nel sostenere gli investimenti volti a migliorare la competitività e l’autonomia strategica dell’economia europea, promuovendo progetti di investimento in ricerca, sviluppo e innovazione, in particolare quelli legati al settore energetico, nell’ambito della Bank Climate Action. Ancora una volta, questo accordo sottolinea il ruolo della BEI quale attore chiave dell’economia europea e come uno dei principali finanziatori di energia pulita e di investimenti legati all’energia pulita e al clima”. 

La strategia di Ricerca, Sviluppo e Innovazione di Iberdrola contribuisce allo sviluppo del Piano Strategico Europeo per le Tecnologie Energetiche (SET-Plan) e risponde ai nuovi obiettivi dell’UE in materia di energia pulita. Oltre a rafforzare la competitività dell’azienda e a massimizzare l’uso della tecnologia nelle attività a valore aggiunto, migliorando i processi e la produttività dei propri asset e rendendo più efficienti le proprie attività, il sostegno della BEI contribuirà a combattere il cambiamento climatico attraverso tecnologie che consentiranno di fornire soluzioni più sostenibili, competitive ed efficienti. 

Leggi anche Dalla Banca UE, 350mln alla nuova gigafactory di batterie al litio

Iberdrola sta quindi consolidando la propria leadership negli investimenti in Ricerca, Sviluppo e Innovazione nel settore energetico europeo e mondiale come strumento chiave per garantirne la sostenibilità, l’efficienza e la competitività e per continuare a guidare la transizione verso un’economia verde. Secondo il rapporto “The 2020 Industrial R&D Investment Scoreboard”, redatto dalla Commissione Europea, Iberdrola è ancora una volta la prima utility privata dell’Unione Europea in termini di investimenti in R&D&I, avendo stanziato 280 milioni di euro nel 2019. L’azienda prevede di raggiungere 400 milioni di euro in questo settore entro il 2025 e, nell’ultimo decennio, i suoi investimenti in R&D&I sono saliti a 2 miliardi di euro.

Questo finanziamento risponde agli obiettivi della BEI e dell’UE indirizzati a favorire l’energia sostenibile e lo sviluppo della capacità tecnologica delle imprese, a testimonianza dell’impegno della Banca nel supportare i progetti innovativi volti a decarbonizzare l’economia europea.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui