Gruppo Maire Tecnimont e Adani Enterprises insieme per lo sviluppo di progetti di idrogeno verde in India

L’accordo prevede di esplorare insieme opportunità integrate per la valorizzazione delle fonti rinnovabili utilizzando le tecnologie di NextChem e Stamicarbon per la produzione di prodotti chimici, ammoniaca e idrogeno verde per la catena del valore dell’industria chimica.

idrogeno verde
via depositphotos.com

Maire Tecnimont S.p.A. annuncia che, attraverso le sue controllate NextChemStamicarbon e MET Development (MET DEV), ha firmato oggi un Protocollo di Intesa con ADANI ENTERPRISES Ltd (AEL), per progetti industriali che integreranno le tecnologie di NextChem e Stamicarbon nonché le competenze e l’expertise di project development di MET DEV per industrializzare la chimica verde e l’economia circolare in India. I progetti saranno focalizzati sulla realizzazione di prodotti chimici, ammoniaca e idrogeno da fonti rinnovabili.

AEL è una società indiana quotata alla National Stock Exchange of India e fa parte del Gruppo Adani, il più grande player indiano attivo nell’energia e nelle infrastrutture, con 14 GW (gigawatt) di asset per la produzione di energia rinnovabile tra impianti operativi, in costruzione e contratti aggiudicati. AEL è fortemente impegnata nel supporto della transizione attraverso la sua capacità produttiva di pannelli solari pari a 3,2 GW, contando la produzione esistente e quella pianificata, nonché’ la sua capacità di sviluppo di tecnologie per ridurre l’impatto ambientale.

Leggi anche Dai rifiuti all’idrogeno (e non solo), la ricetta di NextChem per la transizione energetica

Secondo l’accordo, AEL e le controllate del Gruppo Maire Tecnimont esploreranno insieme opportunità integrate per la valorizzazione delle fonti rinnovabili utilizzando le tecnologie di NextChem e Stamicarbon per la produzione di prodotti chimici, ammoniaca e idrogeno verde per la catena del valore dell’industria chimica. Il Gruppo Maire Tecnimont, contando sulla sua solida e storica presenza in India (oltre 2200 ingegneri e circa 3000 professionisti Electrical & Instrumentation a Mumbai), al proprio portafoglio tecnologico nonché alle forti competenze di sviluppatore end-to-end di progetti complessi su larga scala, garantirà le soluzioni tecnologiche e il miglior know-how per lo sviluppo e l’esecuzione dei progetti.

Pierroberto Folgiero, Amministratore Delegato del Gruppo Maire Tecnimont e di NextChem, ha commentato: “L’India, la nostra seconda casa, svolge un ruolo sempre più strategico nella roadmap della green acceleration che il Gruppo Maire Tecnimont sta implementando. Mentre il Paese rafforza i propri investimenti al fine di garantire lo sviluppo sostenibile e raggiungere gli obiettivi di decarbonizzazione, oggi siamo onorati – anche a seguito del nostro precedente accordo per lo sviluppo dell’economia circolare in India – di compiere un altro passo fondamentale nell’ambito della green economy, collaborando con un playerimportante ed innovativo come AEL. Crediamo che la chimica verde sia la chimica del futuro, e abbiamo tutte le competenze per esserne gli abilitatori tecnologici a livello internazionale, anche grazie alle sinergie tra le società del nostro Gruppo”.  

Jayant Parimal, Chairman Advisor del gruppo Adani, ha commentato: “Il Gruppo Adani è tra i pionieri della transizione energetica in India, e l’idrogeno verde è un’estensione naturale del nostro portafoglio di iniziative nelle energie rinnovabili, tra i più importanti a livello globale. L’espansione dell’economia dell’idrogeno verde richiederà molteplici filoni di sviluppo, tra cui l’ammoniaca verde e altri prodotti chimici verdi. Presentano vantaggi significativi non solo dal punto di vista ambientale ma anche in termini di resilienza della supply chain in India. AEL è lieta di collaborare con Maire Tecnimont per esplorare queste opportunità. Questa partnership unisce la rilevante expertise tecnica e di project management di Maire Tecnimont nel campo dell’ammoniaca e della chimica verde con la nostra capacità di esecuzione su scala mondiale nel settore delle energie rinnovabili. Stiamo entrando in una nuova fase in cui le sinergie a livello globale rivestiranno un ruolo cruciale per sfruttare in modo efficace l’energia rinnovabile, al fine di alimentare le future esigenze energetiche e industriali”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui