Report di Sostenibilità ROCKWOOL 2020

Trucost, una società che effettua stime sui costi nascosti dell’uso sostenibile delle risorse naturali da parte delle aziende e che fa parte di S&P Global, ha classificato tutti i prodotti del Gruppo ROCKWOOL come prodotti che hanno un impatto positivo sugli obiettivi di sviluppo sostenibile dell’ONU

ROCKWOOL

In un momento in cui governi e società sono ancora alle prese con la pandemia di COVID-19, l’aspetto “green” della ripresa economica assume un’importanza sempre crescente. Il Report di Sostenibilità 2020 del Gruppo ROCKWOOL spiega in dettaglio il contributo della società rispetto a questo obiettivo. Il Report contiene inoltre gli aggiornamenti relativi ai miglioramenti operativi e ai progressi raggiunti nello sforzo di sostenere gli obiettivi di sviluppo sostenibile dell’ONU. 

Leggi anche Le pagelle di Climate Action 100+ alle maggiori aziende globali

Ridurre il consumo di risorse e di energia è essenziale per rispondere alla sfida globale dei cambiamenti climatici e i prodotti ROCKWOOL giocano un ruolo chiave. “Risparmiare in primo luogo energia e utilizzare fonti rinnovabili è il modo più efficace per arrivare alla decarbonizzazione della società. Ecco perché continuiamo a sostenere che il miglior approccio consiste nell’utilizzare meno risorse e in ogni altro caso usare sempre risorse ‘green’, all’insegna del nostro motto “Use less and green the rest'”, commenta Jens Birgersson, CEO di ROCKWOOL.

Jens Birgersson continua: “Siamo orgogliosi che tutti i nostri prodotti siano stati nuovamente classificati da S&P Global Trucost come “SDG positive”, vale a dire che hanno un impatto positivo sul raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile (OSS o SDG, Sustainable Development Goals) dell’ONU. La sostenibilità rappresenta il cuore del nostro business e noi adottiamo un approccio basato su dati e verificabile, per documentare come ottimizziamo l’impatto positivo dei nostri prodotti e riduciamo al minimo l’impronta delle nostre attività”.

S&P Global Trucost ha valutato oltre 15.000 società a livello globale e ha rilevato come ROCKWOOL sia tra le prime 10 per impatto positivo dei prodotti. La tassonomia delle attività finanziarie sostenibili dell’UE mira a distinguere gli investimenti che consentono la transizione verde da quelli che non la permettono. A ulteriore supporto dell’impatto ecologicamente positivo delle nostre attività, secondo le stime di ROCKWOOL, il 95 percento del fatturato ricavato dall’isolamento è ammissibile nella tassonomia dell’UE all’interno della categoria “Mitigazione dei cambiamenti climatici” e pertanto contribuisce allo sviluppo sostenibile in Europa. Per quanto riguarda la riduzione ulteriore dell’impronta ecologica delle attività, nel dicembre 2020 ROCKWOOL si è impegnata  per  un piano di decarbonizzazione a lungo termine, i cui obiettivi sono verificati e validati dalla Science Based Targets initiative

Commentando l’impegno di ROCKWOOL  per  la riduzione dell’impatto delle proprie attività, Jens Birgersson afferma: Nel corso del 2020 abbiamo proseguito nel rafforzare ulteriormente la circolarità del nostro business, raggiungendo e addirittura superando due dei nostri sei obiettivi con due anni di anticipo rispetto alle previsioni, e facendo registrare buoni progressi su altri due”. 

Leggi anche Le aziende europee sul percorso di riscaldamento di 2,7°C

Birgersson conclude: “Nonostante le sfide che la comunità globale deve ancora affrontare, noi siamo ottimisti per il futuro. Sono già disponibili delle soluzioni per molte delle sfide globali odierne, specialmente nel settore dell’edilizia. Noi di ROCKWOOL vogliamo continuare a fare la nostra parte per creare comunità più resilienti, sane e sicure e sviluppare un’economia più circolare”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui