Repower con MyParking a Pdays

Prosegue la partnership fra la piattaforma di prenotazione online del parcheggio e il gruppo svizzero, con soluzioni vantaggiose per automobilisti e gestori

MyParking

A distanza di 4 anni dall’ultima edizione MyParking ritorna a Pdays – in programma a Firenze il 22 e 23 giugno – con novità e progetti volti a un preciso obiettivo: quello di consolidare la propria posizione di “ponte” fra gestori di parcheggio e automobilisti con soluzioni in grado di anticipare le tendenze del settore della sosta e della mobilità.

La prima piattaforma italiana dedicata alla prenotazione e al pagamento online del parcheggio, fondata nel 2007, sarà fra gli espositori della fiera organizzata da AIPARK alla stazione Leopolda di Firenze insieme con Repower, rinomato gruppo svizzero attivo nel settore energetico e della mobilità sostenibile. Con questa azienda MyParking ha avviato lo scorso anno una partnership finalizzata a fornire ai gestori soluzioni e strumenti per rispondere in modo agile ed efficiente alle esigenze degli automobilisti che possiedono auto elettriche: un numero di utenti la cui crescita, in Italia, è ancora condizionata dalla mancanza di infrastrutture per la ricarica.

leggi anche DL Infrastrutture, cosa cambia per la mobilità elettrica

Le vendite di auto elettriche in Italia continuano a crescere, in controtendenza con il mercato dei veicoli termici: nel 2021 le auto elettrificate (full electric, ibride plug in e ibride normali) sono cresciute del 128,2% rispetto all’anno precedente, passando da 59.900 a 136.854 nuove immatricolazioni. Come evidenziato nel 6° White Paper Repower sulla mobilità sostenibile e i veicoli elettrici, documento di riferimento per il settore, il 2021 ha fatto segnare un +128,2% di vendite rispetto al 2020: parliamo di quasi 137mila mezzi immatricolati nel 2021 su un totale di 1 milione 457mila, pari al 9,3% sul mercato totale delle nuove auto. Venendo ai punti di ricarica installati lungo lo Stivale, al 31 marzo scorso, risultano circa 28mila, ossia circa 2000 in più rispetto a quelli registrati alla fine del 2021. Di quelli esistenti, il 93% sono a corrente alternata tra i 7 e i 22 kW  e solo il 7% è del tipo fast. Ulteriore elemento che rende difficile la diffusione della mobilità elettrica è la carenza di punti di ricarica veloce sulle autostrade.

“Oltre a ostacolare il raggiungimento degli obiettivi stabiliti in Europa dalla legge sul clima, tesi a ridurre le emissioni di CO2 del 55% entro il 2030 e di azzerarle entro il 2050, l’insufficiente diffusione di punti di ricarica pone diversi problemi di ordine pratico agli automobilisti: dalla cosiddetta “range anxiety”, ossia la preoccupazione per il chilometraggio che una e-car può coprire con una singola carica, a quello dell’occupazione abusiva delle colonnine da parte di persone poco civili che costringono chi ha bisogno di ricaricare il proprio veicolo ad aspettare anche ore – commenta Piero ViolanteAD di MyParking -. Il nostro accordo con Repower punta proprio a fare fronte a questi problemi, aprendo interessanti opportunità anche ai gestori di parcheggio”.

“Per essere competitivi, i parcheggi devono proporsi ormai come hub di servizi integrati, ritagliandosi un ruolo privilegiato verso gli automobilisti elettrici, e MyParking si è dimostrata una delle realtà del settore con maggior consapevolezza rispetto a questa nuova tendenza del mercato – aggiunge Fabio Bocchiola, AD di Repower Italia – Essere presenti ai Pdays conferma quanto il servizio di ricarica per auto elettriche sia un elemento importante quando si parla di ottimizzare il tempo di permanenza dell’auto nei parcheggi sfruttandole pause legate all’intermodalità degli spostamenti”.

L’accordo tra Repower e MyParking, oltre a un percorso di formazione su mobilità elettrica, strumenti di ricarica e sulle misure più efficaci per innalzare il livello di efficienza energetica delle strutture associate al network, che conta al momento circa 450 parcheggi in tutta Italia, prevede a beneficio dei gestori condizioni di favore per le stazioni di ricarica PALINA e la wallbox GIOTTO, uno strumento per ricaricare le e-car configurabile in base alle necessità del parcheggio. Comune volontà è quella di dare ai gestori dei parcheggi affiliati al network MyParking l’opportunità di offrire valore aggiunto alla propria attività, e di compiere un ulteriore passo in avanti verso un modo di intendere e amministrare la mobilità in modo intelligente e sostenibile.

Articolo precedenteEaton estende la collaborazione con Microsoft per la tecnologia UPS grid-interactive
Articolo successivoCosta Crociere e Ángel León insieme per sviluppare il cibo del futuro

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui