Saipem e Siram Veolia, insieme su progetti per la transizione energetica

Le due società intendono perseguire opportunità nell’ambito del trattamento e riutilizzo delle acque e dei rifiuti, la generazione di biogas e biometano, l’efficientamento energetico degli impianti industriali, l’implementazione di nuove tecnologie di generazione di energia termica ed elettrica e di conversione della biomassa.

saipem
Maurizio Coratella

Saipem e Siram Veolia hanno firmato un Memorandum of Understanding (MoU) relativo a un accordo di collaborazione per la realizzazione di progetti incentrati sulla transizione energetica in Italia. In particolare, le due società intendono perseguire opportunità nell’ambito del trattamento e riutilizzo delle acque e dei rifiuti, la generazione di biogas e biometano, l’efficientamento energetico degli impianti industriali, l’implementazione di nuove tecnologie di generazione di energia termica ed elettrica e di conversione della biomassa.

Attraverso questo MoU, Saipem e Siram Veolia valuteranno anche specifiche iniziative che rientrino all’interno del piano di utilizzo del Recovery and Resilience Facility, mediante il quale saranno disponibili i fondi destinati a sostenere gli Stati membri dell’Unione Europea nella fase post COVID-19.

Leggi anche Saipem: ecco Agnes, l’hub energetico green da 620 MW

L’accordo ha anche l’obiettivo di contribuire alla evoluzione del tessuto industriale italiano facendo leva sulle competenze delle rispettive Società, entrambe eccellenze nel settore energetico e ambientale.

Saipem si propone come fornitore di soluzioni tese ad incrementare la sostenibilità dei complessi produttivi e ad abilitare tecnologie d’avanguardia per la realizzazione di impianti di utility. A questo scopo Saipem può apportare le proprie consolidate capacità di progettazione e realizzazione di progetti esecutivi per impianti di servizi, integrando processi, soluzioni e tecnologie diverse, tenuto conto delle conoscenze ed esperienze maturate nella gestione dei trattamenti delle acque, dei rifiuti, della generazione di potenza e trattamento gas.

Siram Veolia, controllata italiana del Gruppo Veolia, leader mondiale nel trattamento e gestione e ottimizzazione delle risorse ambientali, è attiva nel mercato italiano, pubblico e privato, dell’Energy Efficiency, dell’Optimized Water e della gestione dei rifiuti speciali ed ha tra i suoi target principali il finanziamento e la gestione e manutenzione degli impianti.

Maurizio Coratella, Chief Operating Officer della Divisione E&C Onshore di Saipem, ha commentato: “L’accordo di collaborazione che abbiamo siglato con Siram Veolia ha l’obiettivo di mettere a fattor comune le nostre reciproche esperienze e specificità con l’obiettivo di contribuire al processo di transizione energetica del Paese. Siamo impegnati a offrire ai nostri clienti soluzioni innovative che li accompagnino verso i loro obiettivi in tal senso e che siano adeguati alle sfide poste dal nuovo scenario energetico ed ambientale, diversificando le nostre attività e investendo in tecnologie rinnovabili”.

Leggi anche Tecnologie CCUS, così Saipem trasforma la CO2 da problema a risorsa

Emanuela Trentin, Amministratore Delegato di Siram, ha commentato: “Siamo molto soddisfatti della partnership con Saipem in questo momento di grandi sfide per il rilancio del nostro Paese. La consolidata e complementare esperienza realizzativa e gestionale di grandi progetti può fornire la garanzia di utilizzo delle risorse del Recovery and Resilience Fund nel rispetto dei tempi e delle performance previsti. La capacità di proporre progetti di Partenariato Pubblico Privato consente altresì di determinare un effetto moltiplicativo delle risorse disponibili”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui