Snam e CVA: accordo per promuovere l’idrogeno in Valle d’Aosta

Le due società studieranno progetti dedicati alla mobilità a idrogeno su ferro e su gomma, anche attraverso la realizzazione delle relative infrastrutture

costo dell'idrogeno
Image by Pexels from Pixabay

Snam, una delle principali società di infrastrutture energetiche al mondo, e Compagnia Valdostana delle Acque (CVA), operatore italiano verticalmente integrato con una produzione pure green di idroelettrico, fotovoltaico ed eolico, hanno sottoscritto un accordo di collaborazione per dare vita a iniziative congiunte nell’idrogeno verde e a progetti finalizzati a favorire la transizione energetica in Valle d’Aosta.

L’intesa è stata firmata dall’Amministratore Delegato di Snam Marco Alverà e da Enrico De Girolamo, CEO di CVA.
La collaborazione consentirà alle due aziende di integrare le rispettive competenze per individuare iniziative volte ad agevolare la decarbonizzazione dell’industria e dei trasporti, tramite l’impiego dell’idrogeno verde, e in generale dell’intero settore energetico sul territorio regionale.

Leggi anche Treni a idrogeno in Italia? FS italiane e Snam valutano la fattibilità

In particolare, Snam e CVA studieranno progetti per dare impulso alla mobilità a idrogeno su ferro e su gomma, anche attraverso la realizzazione delle relative infrastrutture (quali ad esempio stazioni di rifornimento, compressori, elettrolizzatori) e potranno sperimentare soluzioni tecnologiche innovative legate alla produzione, al trasporto, alla compressione e allo stoccaggio dell’idrogeno, anche partecipando a iniziative di finanziamento o a gare d’appalto pubbliche.

Le iniziative comuni potranno inoltre riguardare soluzioni per la decarbonizzazione di processi industriali ad alta intensità termica, per l’alimentazione elettrica e termica di strutture e distretti industriali e per lo stoccaggio dedicato a impianti di generazione elettrica. I progetti saranno realizzati, nel rispetto del quadro normativo e regolatorio, ai sensi di appositi accordi negoziati separatamente.

L’Amministratore Delegato di Snam, Marco Alverà, ha commentato: “Questa collaborazione rafforza il nostro impegno per la decarbonizzazione dei territori, facendo leva su soluzioni tecnologiche innovative e promuovendo lo sviluppo della filiera dell’idrogeno e delle sue applicazioni. L’idrogeno verde ha un grande potenziale di sviluppo in Italia e può avere un ruolo decisivo per abbattere le emissioni soprattutto nell’industria e nel trasporto pesante. Si tratta di un’occasione da non perdere per contribuire al raggiungimento degli obiettivi climatici e offrire al Paese e ai suoi territori un’occasione di sviluppo economico e leadership industriale”.

Leggi anche La strategia sull’idrogeno UE: 40GW di elettrolizzatori al 2030

Enrico De Girolamo, Amministratore Delegato di CVA, ha osservato: “La strategia sull’idrogeno rinnovabile, recentemente rafforzata dagli indirizzi della Commissione Europea, è all’avanguardia per un futuro di neutralità climatica. L’impegno assunto oggi da CVA è quello di mettere a disposizione il suo knowhow rinnovabile per lavorare allo sviluppo di tecnologie innovative, la cui disponibilità potrà offrire contributi preziosi alla roadmap di decarbonizzazione italiana, e favorire l’obiettivo regionale di una Valle d’Aosta fossil fuel free. È con grande interesse che avviamo oggi questa partnership per la costruzione di un futuro sostenibile”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui