Snam e Linde: MoU per sviluppare progetti congiunti nell’idrogeno

Le due realtà lavoreranno insieme per promuovere tecnologie chiave nella filiera dell’idrogeno, valutando opportunità di investimento congiunte in progetti commerciali negli ambiti produzione, distribuzione, compressione e stoccaggio.

Idrogeno verde
Credits: JUAN FERNANDO YECKLE da Pixabay

Snam e Linde hanno firmato un memorandum d’intesa per sviluppare progetti legati all’idrogeno e alle relative infrastrutture in Europa. Le due realtà lavoreranno insieme per promuovere tecnologie chiave nella filiera dell’idrogeno, valutando opportunità di investimento congiunte in progetti commerciali negli ambiti produzione, distribuzione, compressione e stoccaggio.

Leggi anche Investimenti nell’idrogeno verde, entro il 2033 supereranno il miliardo

“L’idrogeno – ha dichiarato Steve Angel, CEO di Linde – avrà un ruolo significativo nel raggiungimento degli obiettivi del Green Deal europeo. Siamo felici di collaborare con Snam, azienda leader e in prima linea nella transizione energetica, per la creazione di un’economia dell’idrogeno pulito in Europa”.

“Grazie a questo accordo – ha commentato Marco Alverà, amministratore delegato di Snam – mettiamo a fattor comune il know-how e le capacità innovative di Linde e Snam per contribuire allo sviluppo dell’idrogeno e al raggiungimento degli obiettivi climatici, in linea con la Hydrogen Strategy europea. La collaborazione con una delle maggiori aziende del settore rafforza il nostro ruolo di operatori lungo la catena del valore dell’idrogeno, ponendo le basi per nuovi progetti”.

Linde è una delle principali aziende nella produzione, lavorazione, stoccaggio e distribuzione di idrogeno e possiede il più grande sistema di stoccaggio e distribuzione di idrogeno liquido al mondo.

Snam è attiva nella promozione dell’idrogeno ed è stata una delle prime aziende al mondo a sperimentarne l’introduzione, in percentuali fino al 10%, in una rete di trasporto gas. Circa il 50% degli investimenti previsti nel piano 2020-2024 di Snam è dedicato a rendere la propria infrastruttura “hydrogen-ready”. La società ha inoltre dato il via a numerose partnership, sia in Italia sia a livello internazionale, per contribuire allo sviluppo della filiera dell’idrogeno, anche favorendone l’utilizzo nel settore industriale e nei trasporti.

Leggi anche Strategia italiana sull’idrogeno: 5GW di capacità e 200mila posti di lavoro

Sia Snam che Linde sono azionisti di ITM Power, società britannica attiva nell’ecosistema dell’idrogeno verde.

La realizzazione dei progetti sarà disciplinata in separati accordi negoziati tra le parti nel rispetto del quadro normativo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui