Al via la prima stazione di rifornimento di idrogeno per i treni passeggeri in Assia

Cerimonia di inaugurazione con il Segretario di Stato Deutschendorf: Società dei trasporti dell’area Reno-Meno (RMV), Alstom e Infraserv Höchst sviluppano la stazione di rifornimento per treni ad idrogeno nella regione del Reno-Meno

stazione di rifornimento di idrogeno
Spatenstich Wasserstoff-Tankstelle

Se è il Segretario di Stato del Ministero dell’Economia, dell’Energia, dei Trasporti e dell’Edilizia abitativa dell’Assia ad impegnarsi in prima persona a promuovere la realizzazione di una stazione di rifornimento, ci troviamo davanti ad un’opera di grande rilevanza. L’infrastruttura che nei prossimi mesi sarà costruita nell’Industriepark Höchst è tutto fuorché un’opera ordinaria: è la prima stazione di rifornimento di idrogeno per i treni passeggeri in Assia e la seconda al mondo. In questa stazione, dal dicembre 2022, la più grande flotta di treni passeggeri a celle a combustibile del mondo potrà rifornirsi di idrogeno.

Leggi anche Treni a idrogeno in Italia? FS italiane e Snam valutano la fattibilità

Lunedì 26 ottobre, il Segretario di Stato Deutschendorf ha dato il via a questo importante progetto, insieme all’Amministratore Delegato di RMV, il prof. Knut Ringat, al dott. Jörg Nikutta, Amministratore Delegato di Alstom Germania e Austria e al dott. Joachim Kreysing, Amministratore Delegato del gestore del parco industriale Infraserv Höchst. Alstom fornirà i treni a celle a combustibile che RMV utilizzerà, mentre Infraserv Höchst, gestore del parco industriale, sta costruendo e gestendo la stazione di rifornimento.

L’Assia, pioniere nelle strategie di mobilità sostenibile

“L’Assia fa da apripista sulla strada della mobilità rispettosa del clima e dell’ambiente, come dimostra anche il progetto Taunusnetz”, ha affermato il Segretario di Stato Deutschendorf. “Nel 2022, treni non inquinanti, cioè quelli a celle a combustibile, sostituiranno i vecchi convogli diesel – un progetto senza linee elettriche aeree, che può essere un’alternativa interessante anche per altre regioni. Vorrei ringraziare RMV e Industriepark Höchst per il loro coraggio nel realizzare questo progetto innovativo”.

RMV: record mondiale per la flotta a celle a combustibile

Per la Società dei trasporti Reno-Meno, il progetto ha un significato molto particolare: “Con i treni a celle a combustibile di Alstom, stiamo aprendo un nuovo capitolo della mobilità priva di emissioni in RMV”, ha affermato il prof. Knut Ringat, Amministratore Delegato di RMV alla cerimonia inaugurale. “Grazie a questi 27 convogli, stiamo stabilendo un record mondiale: in nessun altro paese al mondo è presente una flotta a celle a combustibile così grande nel trasporto pubblico locale.” Il prof. Ringat ha celebrato l’eccellente collaborazione con l’azienda ferroviaria Alstom e Infraserv Höchst: “Sono molto lieto che questo grande progetto sia stato completato nei tempi previsti e rispettando il budget.” Il volume totale degli ordini è pari a 500 milioni di euro.

I treni Alstom: senza emissioni e a basso rumore attraverso i Taunus

“La cerimonia di oggi inaugura una nuova era del traffico ferroviario a emissioni zero nella regione Reno-Meno. Siamo lieti che Infraserv si occupi del rifornimento dei nostri treni per RMV”, ha affermato il dott. Jörg Nikutta. I treni a celle a combustibile “Coradia iLint” di Alstom, grazie ad unaautonomia fino a 1.000 chilometri, sono in grado di viaggiare un’intera giornata sulla rete di RMV e sostituiranno le locomotive diesel della consociata di RMV fahma sulle linee RB 11 (Francoforte-Höchst  – Bad Soden (Taunus)), RB12 (Francoforte – Königstein), RB15 (Francoforte – Bad Homburg – Brandoberndorf) e RB16 (Friedrichsdorf – Friedberg). Il primo treno passeggeri al mondo alimentato da una cella a combustibile a idrogeno è completamente a emissioni zero,  silenzioso ed emette solo vapore acqueo e condensa.

Infraserv Höchst: l’impegno nella tecnologia a idrogeno e delle celle a combustibile

Infraserv Höchst, la società operativa dell’Industriepark Höchst, il parco industriale di 4,6 chilometri quadrati, è attiva da molti anni nello sviluppo di tecnologia a idrogeno e celle a combustibile. La prima stazione di rifornimento di idrogeno per auto è stata attivata nel 2006. “Siamo molto orgogliosi che Infraserv Höchst e Industriepark Höchst possano contribuire all’ulteriore sviluppo di questa tecnologia del futuro“, ha affermato l’Amministratore Delegato di Infraserv Höchst, dottor Joachim Kreysing. In Germania da sempre l’industria chimica è stata uno dei settori industriali che ha dato impulso alle tecnologie innovative. Kreysing ha continuato sostenendo che: “Anche le questioni incalzanti riguardo l’approvvigionamento energetico e i concetti di mobilità del futuro possono essere risolte solo dall’industria chimica”.

1 commento

  1. Iniziative come queste meritano un immenso plauso e dimostrano come un paese progredisce con nuove tecnologie. Guardo con preoccupazione la situazione italiana che oltre a perdere pezzi dell’industria non progredisce con le rinnovabili e con una ricerca da fare piangere.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui