Sunlight Group aumenta la capacità di produzione di batterie al piombo-acido per raggiungere 9GWh

Per aumentare la capacità produttiva di batterie industriali al piombo per la mobilità sono previsti investimenti per 100 milioni di euro

Sunlight

Sunlight Group Energy Storage Systems (Sunlight Group), azienda tecnologica specializzata in soluzioni integrate e innovative per l’energy storage in ambito industriale e off-road, annuncia l’aumento della sua capacità di produzione di batterie al piombo-acido, al fine di raggiungere 9GWh all’anno. Gli investimenti ammontano a 100 milioni di euro e consentiranno all’azienda di incrementare la produzione di batterie al piombo-acido, superando l’obiettivo iniziale di 5,3 GWh e rendendola la più grande produttrice di batterie al piombo-acido per il Motive Power del mondo.

leggi anche Batterie al sale, alluminio e zolfo, una ricetta economica per lo storage

I 100 milioni di euro verranno investiti per ampliare le infrastrutture del complesso industriale di Sunlight Group a Xanthi, nella Grecia nord-orientale. L’obiettivo è quello di accrescere l’area dello stabilimento dedicata alla produzione di celle al piombo-acido arrivando a 50.000 metri quadrati, includendo anche la creazione di tre unità produttive che opereranno autonomamente in tre edifici separati. Tutto ciò aumenterà l’efficienza operativa garantendo, al contempo, la continuità aziendale e gli standard di alta qualità di Sunlight. 

Inoltre, il piano da 100 milioni di euro prevede investimenti volti a proseguire la trasformazione del complesso di Xanthi in una “smart factory”, implementando le tecnologie dell’industria 4.0 (automazione, robotica, IA, Machine Learning e IoT) in tutto il processo produttivo. Questi progetti sono già in fase di realizzazione da marzo 2022. La prima fase terminerà entro novembre 2022 e garantirà a Sunlight Group una capacità operativa totale pari a circa 6GWh su base annua. La seconda fase, invece, è prevista tra febbraio e novembre 2023 e, una volta completata, Sunlight Group sarà in grado di produrre annualmente 9GWh di batterie al piombo-acido per forza motrice. 

Oltre all’aumento della produzione di celle al piombo-acido a Xanthi, in Grecia, l’azienda ha già investito per espandere la capacità del suo impianto di montaggio e assemblaggio di Greensboro, negli Stati Uniti. Attualmente la capacità è di 1,2 GWh di batterie al piombo-acido complete all’anno, ma l’obiettivo è di raggiungere i 2 GWh. Inoltre, nello stabilimento Sunlight European Battery Assembly (SEBA) di Verona, Italia, sono in corso importanti ampliamenti per portare la produzione annuale di batterie complete assemblate a 4,5 GWh entro gennaio 2023. Questo trasformerà SEBA nel più grande impianto di assemblaggio del suo genere al mondo.  

leggi anche Produrre energia elettrica dall’umidità con la batteria di stoffa

Lampros Bisalas, CEO di Sunlight Group, ha commentato così gli investimenti e la loro importanza: “Si tratta di un altro traguardo importante raggiunto da Sunlight. Aspiriamo a diventare i leader di ogni settore in cui attualmente operiamo, e questo implica preparazione, dedizione e un solido impegno di capitali. Gli investimenti ad alto rendimento devono essere intelligenti e ben distribuiti, sia da un punto di vista della produzione che della tecnologia. Siamo grati al nostro CdA e ai nostri azionisti per averci sostenuto nella realizzazione di questo investimento. Secondo le ultime stime, entro il 2030 il fabbisogno totale del settore Motive Power si suddividerà tra batterie al piombo e agli ioni di litio, all’interno di un mercato che si prevede raddoppierà rispetto al suo stato attuale. Per soddisfare le esigenze correnti e future del mercato, Sunlight Group combina investimenti nel piombo con altri destinati alla tecnologia del litio. L’azienda è infatti coinvolta in interessanti e promettenti progetti riguardanti il litio ma, in quanto azienda agnostica dal punto di vista tecnologico, siamo consapevoli che i nostri clienti – tra cui figurano i principali OEM globali – hanno bisogno di un fornitore solido, che possa procurare loro il giusto mix di prodotti, al giusto costo e di alta qualità. In un mercato che si appresta a rafforzarsi sempre di più, noi cerchiamo di raggiungere una posizione forte e di essere in grado di guidare il cambiamento. Così facendo, aumenteremo la quota di mercato globale di Sunlight e amplieremo la nostra base di clienti, che vedono in Sunlight una vera e propria forza innovativa e produttiva”. 

Gli sforzi per aumentare la capacità sono sostenuti dagli attuali investimenti che puntano a più che raddoppiare la capacità produttiva annuale dell’impianto di riciclo delle batterie di Sunlight. L’impianto fornisce all’azienda oltre il 50% del suo fabbisogno di piombo e si prevede che entro il 2025 la produzione annuale di lingotti sarà più che raddoppiata, passando dalle 45.000 tonnellate attuali a 100.000. Inoltre, l’acquisizione di aziende produttrici di componenti (Technoform) e caricabatterie (PBM) completa ulteriormente l’integrazione verticale della produzione dell’azienda.

Articolo precedenteBozza DM Fer2, Cordinamento FREE: è la Caporetto delle rinnovabili
Articolo successivoTutela della biodiversità marina, 200 scienziati contro l’UE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui