Termo adotta lo status di Società Benefit

Valorizzazione del capitale umano, lotta al cambiamento climatico e integrità di business tra le priorità dell’azienda per il 2023 e oltre

termo
via depositphotos.com

Termo, azienda all’avanguardia nel settore del Greentech, annuncia l’adozione dello status di “Società Benefit”, confermando il proprio impegno nel perseguimento di obiettivi di beneficio comune.

Il passaggio è stato siglato lo scorso 28 dicembre 2022, con la modifica dello Statuto aziendale che ha segnato l’ingresso ufficiale della società nel mondo delle benefit corporation. 

La nuova configurazione si inserisce nel percorso verso la sostenibilità e la responsabilità sociale intrapreso da Termo. Ora, in qualità di Società Benefit, l’azienda intende rafforzare il proprio impegno tramite iniziative che si traducono in valorizzazione del capitale umano e cura del clientelotta al cambiamento climatico e innovazione sostenibileintegrità di business e governance trasparente.

“Essere in prima linea nel processo di transizione energetica e decarbonizzazione significa non solo supportare aziende e privati nel loro percorso di riqualificazione energetica con soluzioni all’avanguardia, ma anche favorire una vera e propria cultura della digitalizzazione abilitata da un approccio di business innovativo e sostenibile, in linea con le attuali esigenze del mercato. Per farlo, è necessario che i valori promossi dalle singole policy ESG siano davvero parte integrante del DNA delle aziende”,afferma Gabriele Basile, CEO di Termo“La trasformazione in Società Benefit rappresenta il naturale passo evolutivo nella nostra strategia a supporto dello sviluppo consapevole del Paese. Siamo convinti che le aziende ricoprano un ruolo fondamentale in termini di responsabilità ambientale, sociale e di governance: per questo, con il nuovo assetto societario, intendiamo perseguire obiettivi specifici operando in modo responsabile, sostenibile e trasparente nei confronti degli stakeholder interni ed esterni (dai clienti ai territori, senza dimenticare le singole persone)”.

Da sempre protagonista della transizione energetica, la mission di Termo è ridurre le emissioni di CO2 e i consumi degli edifici residenziali, occupandosi di attività di riqualificazione sviluppate per affrontare le nuove sfide e impattare positivamente sulla società e sull’ambiente. Un impegno volto a rafforzare i risultati già ottenuti finora: ad oggi, infatti, l’implementazione delle soluzioni Termo ha portato a una riduzione delle emissioni pari a 4.500 tonnellate annue.

Tali obiettivi sono ulteriormente sviluppati e illustrati nelle 5 finalità di beneficio comune del nuovo statuto di Termo:

1.     Promozione di un modo consapevole e sostenibile di condurre l’attività di impresa, attraverso la tutela e il dialogo collaborativo e costruttivo con tutti gli stakeholder.

2.     Promozione dell’efficienza energetica, attraverso la fornitura di servizi di riqualificazione energetica, con l’obiettivo di ridurre i consumi e le emissioni in atmosfera.

3.     Impegno nell’innovazione continua verso la sostenibilità dei processi e dei prodotti, facendo leva sull’adozione delle tecnologie più innovative disponibili sul mercato e sulla digitalizzazione per minimizzare gli impatti negativi e ampliare gli impatti positivi sulle persone, sulla società e sul territorio.

4.     Diffusione di una cultura ambientale sostenibile, tramite iniziative di sensibilizzazione di clienti e dipendenti e una comunicazione trasparente verso i propri stakeholder.

5.     Sviluppo di un modello di business orientato alla circolarità, favorendo l’efficienza e il riutilizzo dei materiali lungo l’intera «value chain», in coerenza con i Sustainable Development Goals (SDGs) dell’Agenda 2030.

Gli sforzi di sostenibilità di Termo sono organizzati in iniziative e azioni concrete che l’azienda ha già iniziato a implementare nell’ambito della propria policy ESG.

Dalla valorizzazione del capitale umano tramite il rafforzamento dei programmi di Welfare e formazione e politiche di smartworking volte a favorire l’equilibrio nel rapporto vita-lavoro, fino alla sensibilizzazione del team e dei clienti stessi sul consumo responsabile di energia.

Inoltre, per contribuire alla lotta al cambiamento climatico, Termo tiene traccia dell’impronta di carbonio aziendale e delle emissioni di CO2 risparmiate dai clienti grazie ai suoi interventi, oltre a mappare le materie prime metalliche riciclate e ad adottare criteri ESG nei processi di approvvigionamento. La sensoristica integrata nei prodotti abilita infine la manutenzione predittiva in modo da efficientare processi, costi e consumi.

Articolo precedenteBatterie di flusso compatte per aumentare la competitività
Articolo successivoL’Europa fa sul serio contro il greenwashing nei prodotti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui