Attività estrattive in Liguria, regione e università di Genova insieme per politiche di sviluppo sostenibile

La collaborazione è con il Dipartimento di Scienze della Terra, dell’Ambiente e della Vita dell’Università degli Studi di Genova

Foto di dexmac da Pixabay

Servono criteri di sostenibilità per il settore estrattivo

Genova. Deliberato in Giunta, su proposta dell’assessore regionale alle Attività Estrattive Marco Scajola, il protocollo di intesa tra Regione Liguria ed il Dipartimento di Scienze della Terra, dell’Ambiente e della Vita dell’Università degli Studi di Genova.

L’obiettivo dell’accordo è di instaurare una reciproca collaborazione per la promozione delle politiche di sviluppo sostenibile nel settore estrattivo: “Sono lieto che prosegua la collaborazione tra Regione Liguria e l’Università degli Studi di Genova – ha spiegato Scajola – , un lavoro sinergico, realizzato anche nel settore delle attività estrattive.

Un ambito delicato, che necessità di applicare criteri di sostenibilità per il suo sviluppo.

Il Dipartimento di Scienze della Terra, dell’Ambiente e della Vita dell’Università degli Studi di Genova è sicuramente il soggetto più autorevole sul territorio per collaborare con la Regione al fine di perseguire questo obiettivo con gli operatori del settore, in un’ottica di crescita, ma anche di rispetto ambientale”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui