Biodigestore Saliceti, appello al Consiglio di Stato

Per la Regione, il biodigestore è uno degli impianti indispensabili per conseguire l’autosufficienza regionale nella gestione dei rifiuti

rifiuti organici

Dopo il ricorso del Comune di S Stefano Magra

Genova. Regione Liguria proporrà appello al Consiglio di Stato per chiedere l’annullamento della sentenza odierna del Tar che si è pronunciato a favore del ricorso del Comune di S. Stefano Magra contro la realizzazione dell’impianto di digestione rifiuti in località Saliceti nel Comune di Vezzano Ligure.

Regione ritiene infatti che il percorso seguito per il rilascio dell’autorizzazione alla realizzazione dell’impianto, che si ritiene rappresenti una risorsa strategica e determinante per assicurare una gestione dei rifiuti in linea con le direttive comunitarie e nazionali, sia stato assolutamente coerente con la normativa e con gli strumenti di pianificazione in materia di rifiuti.

Il biodigestore risulta infatti uno degli impianti indispensabili per conseguire l’autosufficienza regionale nella gestione dei rifiuti: un obiettivo strategico per cui è stato messo in campo un impegno considerevole che si ritiene opportuno salvaguardare.

Articolo precedenteIn Aula il Piano energetico ambientale regionale
Articolo successivoIl progetto di legge regionale idroelettrico è “strategico” ora più che mai

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui