Ambiente, 710.000 euro per bonifica siti contaminati di Rozzano e Turbigo

Stanziati 710.043 euro per le amministrazioni di Rozzano e Turbigo, Città metropolitana di Milano, per il proseguimento e il completamento di opere di bonifica sui loro territori

Bonifica Rozzano e Turbigo
credits: regione Lombardia

Da Regione risorse per risanamento acque sotteranee

La Giunta di Regione Lombardia, su proposta dell’assessore all’Ambiente e Clima, Raffaele Cattaneo, ha stanziato 710.043 euro per le amministrazioni di Rozzano e Turbigo, Città metropolitana di Milano, per il proseguimento e il completamento di opere di bonifica sui loro territori. Il finanziamento riguarda i contributi per l’attuazione di programmi per la bonifica dei siti contaminati, mediante il Fondo regionale per gli interventi di bonifica ambientale.

Interventi a favore bonifica aree di Rozzano e Turbigo

A Rozzano si tratta del proseguimento degli interventi di messa in sicurezza d’emergenza delle acque sotterranee nell’area della Società Italchimici spa in via Brenta 18/b. A Turbigo consiste nel completamento del recupero ambientale del terreno in località Prati della Folla. Entrambi gli interventi vengono realizzati dalle amministrazioni comunali in sostituzione dei soggetti obbligati/interessati.

Sviluppo sostenibile e tutela del territorio

lago varese cnr, Bonifica Turbigo e Trezzano

“Si tratta – spiega Raffaele Cattaneo – di un primo programma economico-finanziario 2021 degli interventi in programma sui siti contaminati presenti sul territorio regionale. I nostri obiettivi come sempre sono legati allo sviluppo sostenibile, alla tutela del territorio e dell’ambiente, ma anche alla promozione e alla gestione della bonifica di siti inquinati, con l’istituzione di un fondo permanente. Infine, anche di un aggiornamento della pianificazione in materia bonifica dei siti contaminati inserita nella pianificazione dei di rifiuti e sua attuazione”. In applicazione, ricorda l’assessore all’Ambiente e Clima, dei criteri di priorità indicati nel Programma regionale di bonifica dei siti contaminati (PRB) approvati con la delibera del Consiglio del giugno 2014 che comprende i documenti della Valutazione ambientale strategica (Vas).

Rozzano, area Società Italchimici: 110.000 euro per le acque sotterranee

Il finanziamento di 110.043 euro richiesto dal Comune di Rozzano, già sovvenzionato negli anni 2017 e 2018, è finalizzato in particolare a garantire fino a fine 2022 il mantenimento della messa in sicurezza d’emergenza delle acque sotterranee. Caratterizzate nell’area della Società Italchimici spa da contaminazione da Cromo VI nelle acque di falda.

Turbigo, località Prati della Folla: 600.000 euro per completamento azioni

La sovvenzione di 600.000 euro richiesta dal Comune di Turbigo riguarda il completamento del progetto originario che consisteva nell’asportazione del fango e del terreno contaminato presenti in località Prati della Folla e nel ripristino del piano campagna, mediante la stesura di terreno di coltivo. Un sito inserito tra le priorità d’intervento definite dalla Pianificazione 2014-2020 in materia di bonifiche (dgr 1990, 20 giugno 2014).

L’intervento precedente

Regione Lombardia negli anni ’90 aveva già assistito finanziariamente il Comune di Turbigo per l’intervento di risanamento del terreno. In quanto interessato dal deposito dei fanghi contaminati provenienti dal vicino impianto consortile di depurazione delle acque reflue industriali. Ma l’intervento di asportazione dei fanghi e di ripristino del piano campagna, con nuovo terreno vegetale, non era stato completato. A causa dell’incremento dei costi di smaltimento dei fanghi avvenuto nel corso dei lavori, in relazione al maggiore tasso di inquinanti dei fanghi e alla controversia con l’impresa incaricata dell’esecuzione, che ha portato alla risoluzione transattiva dell’appalto.

Fango residuale e impegno risorse

All’atto della conclusione dei lavori, fango residuale raccolto in cinque cumuli, stimati in circa 1.500 metri cubi. Cui si aggiunge il terreno contaminato dal fango sottostante e altre emergenze limitate ancora presenti all’esterno dei cumuli. I provvedimenti d’impegno e l’erogazione dei fondi impegnati saranno effettuati, a seguire, con atto dirigenziale secondo i disposti di legge.

ama

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui