La Lombardia è neo vicepresidente di Regions4, cresce network sostenibilità

È la rete di oltre 40 regioni, di 4 diversi continenti, impegnate nei negoziati per preservare la biodiversità, combattere il cambiamento climatico e favorire lo sviluppo sostenibile.

GrInSun
via depositphotos.com

L’impegno è stato annunciato a Rabat, in Marocco

Regione Lombardia assumerà, per i prossimi due anni, la vicepresidenza per l’Europa di ‘Regions4‘. È la rete di oltre 40 regioni, di 4 diversi continenti, impegnate nei negoziati per preservare la biodiversità, combattere il cambiamento climatico e favorire lo sviluppo sostenibile.

L’impegno è stato annunciato all’incontro ‘Regions4 General Assembly 2022‘ che si è svolto a Rabat, in Marocco. Per Regione Lombardia ha partecipato l’assessore all’Ambiente e Clima Raffaele Cattaneo. Tra l’altro si è confrontato in incontri bilaterali anche  con i rappresentanti del governo scozzese e catalano.

Regions4

Fra i temi affrontati il rafforzamento del ruolo di ‘Regions4’ con azioni strategiche sulla biodiversità e sull’adattamento al cambiamento climatico.

Lombardia a impatto zero

“Sono onorato – ha sottolineato l’assessore Cattaneo – di assumere la vicepresidenza di ‘Regions4’. I prossimi due anni saranno cruciali per la Regione che rappresento nell’ambito della sfida ambientale. Sono diverse le iniziative che la Lombardia sta assumendo per diventare una regione a impatto zero resiliente al cambiamento climatico.  Potranno contribuire infatti a ridefinire la nostra comune agenda e a rafforzare l’alleanza di Regions4. Tutto ciò  attraverso la condivisione di soluzioni e scelte per affrontare le attuali crisi, a partire da quella energetica”.

Allargamento del network

“Regione Lombardia – ha continuato – infatti vuole coinvolgere i membri del network anche nel suo principale evento annuale sulla sostenibilità. Stiamo parlando – ha sottolineato –  del Terzo Forum dello sviluppo sostenibile, che si terrà il prossimo ottobre a Milano. È un’occasione importante per far incontrare tutti gli attori che sono parte della governance multilevel che caratterizza l’alleanza. Lavorare su progetti comuni è quindi la via giusta. Consolidare la nostra partnership è la vera forza di cui disponiamo. Anche per questo – ha concluso –  un impegno dei prossimi anni sarà quello di allargare la rete di ‘Regions4’ ad almeno altre 5 regioni del mondo”.

Articolo precedenteApprovato il progetto i ghiacciai valdostani sentinelle del cambiamento climatico
Articolo successivoPeste suina, il Veneto ha il suo piano di prevenzione e interventi urgenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui