Bolzano non allenta la stretta sulla mobilità elettrica

La Giunta provinciale ha dato il via libera all’avvio di un progetto che prevede test gratuiti di varie tipologie di veicoli elettrici, pensati espressamente per le aziende

Mobilità elettrica, la Germania è ancora lontana dai suoi obiettivi

 

 

(Rinnovabili.it) – Incentivi all’acquisto di auto elettriche, ampliamento della rete di ricarica pubblica, contributi per l’istallazione delle colonnine private e ora un “giro di prova” per le aziende. Il programma della provincia di Bolzano a favore della mobilità elettrica aggiunge così una nuova iniziativa all’elenco di misure messe in campo. Il territorio è uno dei primi in Italia ad aver definito una ambiziosa strategia per il trasporto sostenibile. E di sicuro è il primo per impegno profuso nel raggiungere l’obiettivo: dalla presentazione del Piano provinciale, nel marzo 2017, a oggi, l’amministrazione ha percorso tutte le tappe a ritmo sostenuto. Il 30 gennaio la Giunta ha dato il via libera ad un nuovo progetto per aumentare l’appeal del pubblico nei confronti delle auto plug-in. “Con l’obiettivo di porre l’attenzione nuovamente verso la mobilità elettrica  – spiega il presidente della Provincia Arno Kompatscher  – intendiamo offrire l’occasione possibilmente a numerose aziende di sperimentare la mobilità del futuro”.

 

Alle imprese altoatesine sarà concessa la possibilità di toccare con mano i vantaggi dell’elettromobilità. Nel dettaglio la provincia di Bolzano prevede la messa a disposizione gratuita per una settimana di circa 20 automezzi elettrici di varie case produttrici, di differenti tipologia e potenza, da testare per più giorni. L’iniziativa dovrebbe essere proposta agli inizi dell’estate da STA Strutture trasporto Alto Adige in stratta sinergia con il gruppo di lavoro Green Mobility e con la collaborazione di un’agenzia di servizi dalla Germania. E per quanti dovessero convincersi all’acquisto di un mezzo elettrico, l’amministrazione ha già previsto eco-contribuiti per l’acquisto e per il leasing, assieme a degli incentivi dedicati esclusivamente agli e-scooter (30 % fino ad un massimo di 1.000 euro) e alle bici cargo (30 % fino ad un massimo di 1.500 euro). “Acquistando automezzi elettrici a zero emissioni – ha aggiunto l’assessore provinciale all’ambiente Richard Theinersoprattutto le aziende forniscono un contributo importante per un ambiente pulito e migliore qualità di vita”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui