Germania: il piano di ripresa punta sulle auto elettriche

Negli ultimi anni, la domanda di veicoli elettrici è stata limitata da un “ansia d’autonomia”. Per questa ragione, la Germania si prepara a migliorare l’infrastruttura.

Auto elettriche
Credits: Gerd Altmann da Pixabay

Il governo tedesco scommette sulle auto elettriche con 2,5 miliardi di euro di investimenti

(Rinnovabili.it) – La Germania ha annunciato che obbligherà tutte le stazioni di servizio ad offrire servizi di ricarica per auto elettriche. L’obiettivo di questa decisione è agevolare la crescita della domanda di veicoli “verdi” nell’ambito della sua strategia di ripresa economica da 130 miliardi di euro, che include delle tasse per penalizzare la proprietà di grandi veicoli inquinanti e un sussidio di 6.000 euro per l’acquisto di auto elettriche.

Secondo The Mobility House, società di consulenza tecnologica, quello tedesco è “un chiaro impegno nei confronti dei veicoli alimentati a batteria, che vede nella mobilità elettrica una tecnologia del futuro e pone la Germania nel gruppo leader nel supporto di veicoli elettrici a batteria.

Leggi anche Ricarica auto elettriche, in Europa solo 144mila punti disponibili

Nel programma di stimolo del governo di Berlino, infatti, si prevede una spesa di 2,5 miliardi di euro per la produzione di celle a batteria e per l’infrastruttura di ricarica, un campo in cui le major petrolifere, i servizi pubblici e le case automobilistiche, tra cui Shell, Engie e Tesla, si contendono il dominio.

Negli ultimi anni, la domanda di auto elettriche è stata limitata proprio dalle preoccupazioni relative alla gamma operativa limitata dei veicoli. L’anno scorso, in Germania, le auto elettriche rappresentavano solo l’1,8% delle immatricolazioni di nuove autovetture, con le auto diesel e benzina che rappresentavano rispettivamente il 32% e il 59,2%. Delle 168.148 nuove immatricolazioni registrate a maggio, solo 5.578 (3,3%) sono state auto elettriche.

Leggi anche Tesla conquista l’Europa: la quarta Gigafactory sorgerà in Germania

Tuttavia, secondo Diego Biasi, presidente e co-fondatore di Quercus Real Assets, il piano tedesco fornirà un notevole impulso all’adozione di veicoli elettrici. “Sappiamo che uno dei principali motivi per cui non si acquistano auto elettriche è l’ansia da autonomia. La mossa tedesca è un modo per cercare di risolvere questo problema”.

Secondo BDEW, l’Associazione tedesca per l’industria dell’energia e dell’acqua, in Germania sono necessarie almeno 70.000 stazioni di ricarica e 7.000 stazioni di ricarica rapida per raggiungere un mercato di massa dei veicoli elettrici. Questo, insieme ai miglioramenti nelle prestazioni, riguardanti soprattutto il design delle batterie e il funzionamento delle celle, potrebbe rappresentare un considerevole passo in avanti.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui