Idrogeno per mezzi pesanti, al via collaborazione Iveco-Air Liquide

Iveco e Air Liquide hanno siglato una collaborazione per sviluppare l’utilizzo dell’idrogeno sui mezzi pesanti in tutta Europa. Le aziende puntano anche a creare una capillare rete di rifornimento

Idrogeno per mezzi pesanti
Credits: Iveco.com

di Andrea Barbieri Carones

(Rinnovabili.it) – Air Liquide e Iveco collaborano allo sviluppo dell’idrogeno per mezzi pesanti grazie alla firma di un nuovo Memorandum of Understanding.

L’obiettivo è di grande respiro: sviluppare la mobilità a fuel cell in Europa e renderla concreta sfruttando le competenze di entrambe le società – e quella di Air Liquide in particolare – lungo l’intera catena dell’idrogeno. Quindi dalla produzione fino allo stoccaggio e alla distribuzione. Dal canto suo, Iveco metterà sul piatto il suo know how come fornitore di soluzioni di trasporto sostenibili avanzate e pulite.

Parallelamente, entrambi i partner dedicheranno risorse su come costruire e lanciare autocarri a lungo raggio a celle a combustibile. A questo si aggiunge la creazione di una rete di rifornimento di idrogeno per mezzi pesanti e – perché no – anche per altri tipi di veicoli.

Si punta a creare stazioni di rifornimento lungo i principali corridoi stradali transeuropei. A questo si aggiunge una attività di sensibilizzazione basata su iniziative che incoraggino la mobilità pulita coinvolgendo tutte le parti interessate lungo l’intera catena del valore.

leggi anche L’UE presenta il nuovo mercato del gas decarbonizzato e idrogeno

L’accordo tra Iveco e Air Liquid non è casuale. Infatti le aziende collaborano al progetto HyAMMED (Hydrogène à Aix-Marseille pour une Mobilité Ecologie et Durable) nel sud della Francia. Il progetto è nato per sviluppare la prima flotta europea di camion a celle a combustibile da 44 tonnellate associati alla prima stazione di rifornimento di idrogeno ad alta pressione da 1 tonnellata/giorno.

Lo scopo è sempre lo stesso: puntare alla decarbonizzazione della mobilità merci a lungo raggio in Europa.

“È essenziale che ci concentriamo tutti sul raggiungimento degli obiettivi globali di emissioni nette zero” ha detto Luca Sra, presidente designato della Truck Business Unit di Iveco Group. “E le partnership come queste possono spingere l’industria a raggiungere questo obiettivo più rapidamente”. 

Che l’idrogeno sia il futuro lo spiega anche Matthieu Giard, vice presidente e membro del comitato esecutivo che supervisiona le attività sull’idrogeno di Air Liquide.

“L’idrogeno può contribuire in modo significativo alla riduzione delle emissioni del settore dei trasporti poiché è particolarmente adatto per i veicoli pesanti a lungo raggio. Air Liquide è lieta di unire le forze con un leader come Iveco per esplorare come avviare questa rivoluzione. In linea con i suoi obiettivi di sostenibilità, Air Liquide agisce a favore dello sviluppo degli ecosistemi dell’idrogeno e contribuisce all’emergere di una società a basse emissioni di carbonio”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui