Il nuovo leader europeo della mobilità elettrica? Sarà made in Italy

Le due società sono pronte a condividere risorse, know how e oltre 100 brevetti in una nuova joint venture dedicata all’e-mobility. Una realtà tutta italiana che offrirà infrastrutture di ricarica e pacchetti di energia verde

mobilità elettrica
Credits: easyWallbox

Soluzioni e prodotti innovativi per inaugurare la nuova era della mobilità elettrica

(Rinnovabili.it) – Una nuova realtà è pronta ad affacciarsi nel mercato europeo con l’obiettivo di accelerare la diffusione della mobilità elettrica. Parliamo della joint venture progettata da FCA Italy e Engie Eps, culmine di una collaborazione triennale fra le due società. I rispettivi a.d. hanno firmato oggi il Memorandum d’intesa grazie al quale prenderà vita un’azienda tutta italiana e completamente votata all’e-mobility. L’obiettivo è assicurarsi uno spazio di primo piano nel settore della mobilità elettrica fornendo servizi e prodotti innovativi ai possessori di e-car; dalle infrastrutture di ricarica, all’energia con cui “fare il pieno”. La jv offrirà, infatti, sia colonnine – residenziali, commerciali e pubbliche – che pacchetti elettrici, rigorosamente a base di rinnovabili e sfruttabili tramite abbonamento a canone mensile fisso.

Ma non partirà da zero. La passata collaborazione tra le due società ha già portato a diverse innovazioni nel campo. Ne è un esempio la centralina easyWallbox per la ricarica domestica, lanciata a luglio di quest’anno. Il dispositivo non necessita dell’intervento di installatori: basta fissarla al muro con due viti e collegarla alla rete elettrica con una presa schuko. Esattamente come un qualsiasi elettrodomestico. easyWallbox è stata studiata per operare sino a 3 kW in modo da non sovraccaricare la rete di casa, eccedendo la potenza contrattuale. Ma può offrire anche una potenza di oltre 7 kW. Il dispositivo, infatti, è automaticamente pronto e non deve essere modificato per velocizzare la ricarica.

La nuova realtà potrà contare su oltre cento brevetti e un solido team di progettisti. FCA metterà in campo risorse finanziarie e la sua esperienza industriale, Engie EPS il proprio know-how tecnologico e il portafoglio di proprietà intellettuale. Spiega Mike Manley, Amministratore Delegato di Fiat Chrysler Automobiles La firma di questo Memorandum d’Intesa è il frutto di tre anni di proficua collaborazione” e consentirà “un coinvolgimento ancora maggiore di entrambe le parti per ampliare la portata dell’attuale cooperazione e sviluppare ulteriormente prodotti e servizi innovativi che favoriscano e sostengano una transizione priva di ostacoli alla mobilità elettrica nell’area europea”.

L’Italia – aggiunge Carlalberto Guglielminotti, a.d. e Direttore Generale di ENGIE EPS – ha lasciato un segno profondo nella storia con le sue eccellenze nel settore automotive e nello sviluppo di tecnologie innovative per il settore energetico. La joint venture è l’occasione per consolidare questo patrimonio e allo stesso tempo delineare la strada da percorrere verso una mobilità a zero emissioni”. Le due parti prevedono di firmare l’intera serie di accordi entro la fine dell’anno e di costituire la nuova realtà nel primo trimestre del 2021.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui