Le nuove gigafactory di Ford sfidano Tesla sulla mobilità elettrica

Dal 2025 saranno attivi un impianto di produzione e tre siti per la produzione di batterie a ioni di litio con una capacità complessiva di 129 GWh l’anno, abbastanza per equipaggiare 1 milione di EV

Mobilità elettrica: Ford investe 11,4 mld negli Stati Uniti
via depositphotos.com

Il marchio americano investe 11,4 miliardi di dollari sulla mobilità elettrica

(Rinnovabili.it) – Un enorme impianto che produrrà tir elettrici e altri EV, il più grande al mondo, vedrà la luce in Tennessee. E poi ben 3 gigafactory, di cui due in Kentucky. È il cuore del piano “Blue Oval City” lanciato dalla casa automobilistica Ford insieme alla sudcoreana SK Innovation che vale un investimento sulla mobilità elettrica di 11,4 miliardi di dollari.

È la nuova tranche del maxi piano di Ford da 30 miliardi per accelerare sulla mobilità elettrica. Questa fetta è tutta dedicata al mercato americano e strizza l’occhio all’amministrazione Biden. Fra 2 giorni arriva l’attesissimo voto sul piano di ripresa post-Covid da 1.500 miliardi per le infrastrutture con cui il presidente vuole incentivare auto elettriche e colonnine di ricarica. L’investimento di Ford “vale” 11mila nuovi posti di lavoro, servendo un assist d’oro ai democratici il cui mantra in questi mesi è “Se è buono per il clima, è buono per l’economia”.

Leggi anche Sarà un 2021 da sogno per le vendite di auto elettriche

Passando ai dettagli del piano, a Stanton in Tennessee la Ford costruirà il suo primo MegaCampus, dove sorgeranno sia l’impianto di produzione di EV sia una delle BlueOvalSk, le gigafactory per la produzione di batterie a ioni di litio. Queste ultime dovrebbero andare online nel 2025 con una capacità produttiva di 129 GWh l’anno. Secondo le stime di Ford, è sufficiente a equipaggiare un milione di EV all’anno.

Investimenti che daranno respiro alla partnership stretta da Ford con Redwood Materials. Lo scopo dell’alleanza è aumentare il tasso di riciclo delle batterie chiudendo il cerchio negli Stati Uniti: localizzare la rete della catena di approvvigionamento, creare opzioni di riciclaggio per rottami e veicoli fuori uso e aumentare il riciclaggio degli ioni di litio.

Leggi anche Ecobonus auto, il Governo dà l’ok ad extrabonus da 57mln

Con questa nuova iniezione di denaro, Ford punta a una quota del 40% di veicoli elettrici entro il 2030 sul totale delle sue vendite.

lm

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui