Elettrificare il trasporto pesante UE, in arrivo 1.700 punti ricarica verdi

Volkswagen, Daimler e Volvo investono 500 milioni per una rete di stazioni di ricarica alimentate a energia pulita sulle autostrade europee

Trasporto pesante: 1.700 punti ricarica verdi per tir e bus elettrici in Europa
Foto di A Beijeman da Pixabay

Il progetto è aperto ad altri marchi di veicoli per il trasporto pesante

(Rinnovabili.it) – Una rete di 1.700 punti ricarica in tutta Europa per spingere sull’acceleratore della conversione sostenibile del trasporto pesante. È il progetto a cui stanno lavorando tre grandi aziende del settore del trasporto su gomma, Volkswagen, Daimler e Volvo. Le stazioni di ricarica ad alta performance saranno verdi: l’elettricità fornita proviene, secondo i piani, da fonti di energia pulita.

In tutto, la fase di installazione e creazione della rete dovrebbe durare cinque anni. I tre marchi, però, contano di riuscire ad ampliare il perimetro della collaborazione e di portare a bordo altre aziende. In questo modo si potrebbe espandere il network di stazioni di ricarica, oltre a puntare a qualche finanziamento pubblico. Già dall’inizio, in ogni caso, la rete di punti di ricarica sarà aperta a tutto il trasporto pesante, a prescindere dal marchio.

Leggi anche “Cara UE” dovresti puntare a 1mln di colonnine di ricarica

L’investimento iniziale di 500 milioni di euro permetterà a tir a lunga percorrenza e autobus elettrici di appoggiarsi alla rete di ricarica. Le tre aziende, scrivono in un comunicato congiunto, sperano che il progetto “agirà da catalizzatore e da stimolo per la realizzazione del Green Deal dell’Unione Europea per un trasporto merci a zero emissioni di carbonio entro il 2050, sia fornendo le infrastrutture necessarie che mirando all’energia verde nei punti di ricarica”.

Secondo un’analisi effettuata nel 2020 da Transport & Environment, nell’arco dei prossimi 10 anni le stazioni di ricarica per i veicoli elettrici in Europa dovranno passare dalle 185mila di oggi ad almeno 3 milioni per centrare gli obiettivi sul clima. In occasione della revisione della direttiva sui combustibili alternativi, T&E insieme ad altre realtà aveva proposto lo scorso febbraio che l’UE punti ad installare 1 milione di colonnine di ricarica pubbliche entro il 2024; raggiungendo i 3 milioni di punti nel 2029, più altre 1.000 stazioni di rifornimento idrogeno.

Leggi anche Tir elettrici, sono un’opzione con la ricarica superveloce

Anche se normalmente l’elettrificazione non è individuata come soluzione ottimale per il trasporto pesante su gomma, un recente studio dello Stockholm Environment Institute ha rivalutato i tir elettrici. Secondo i ricercatori, possono dare un contributo rilevante sulla strada per la decarbonizzazione del settore, a patto che anche per i tir elettrici sia disponibile la ricarica superveloce.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui