L’UK punta a 10mln di veicoli elettrici entro il 2030

Il regolatore del mercato britannico dell’energia pubblica l’Action Plan sulla decarbonizzazione. Tra gli obiettivi, impegno a sostenere il boom dell’e-mobility e dell’eolico offshore

veicoli elettrici
Creative Commons Zero – CC0

 

Riscaldamento, veicoli elettrici ed eolico offshore, i capisaldi dell’Action Plan di Ofgem

(Rinnovabili.it) – Quadruplicare lo sfruttamento dell’energia eolica marina, supportare l’arrivo su strada di 10 milioni di veicoli elettrici, istituire un fondo per l’innovazione che supporti progetti anti-climate change. Questi alcuni degli obiettivi contenuti nel nuovo Decarbonisation Action Plan, il piano strategico del regolatore del mercato energetico UK, Ofgem. Il documento riporta nove grandi azioni per preparare le reti energetiche britanniche a sostenere la transizione verso le zero emissioni, intrapresa dal Governo. Nel giugno 2019, infatti, il Parlamento ha stabilito di rinnovare l’impegno assunto sul fronte climatico legiferando per la prima volta un target di zero emissioni nette di gas serra entro il 2050.

“La Gran Bretagna ha fatto molta strada”, ha affermato il nuovo Ceo di Ofgem, Jonathan Brearley. “Il Paese si è decarbonizzato più velocemente di qualsiasi altra grande economia, ma dobbiamo andare oltre, in particolare per quanto riguarda il calore e i trasporti. Stiamo adottando un approccio che riconosce come il nostro ruolo protettivo nei confronti dei consumatori, comprenda il raggiungimento dello zero netto”.

 

>>Leggi anche Regno Unito: primo Paese G7 a fissare l’obiettivo zero emissioni entro il 2050<<

 

Nel complesso l’Action Plan mira costruire un sistema che supporti la crescita delle energie rinnovabili e dei veicoli elettrici, riconoscendo la presenza di una serie compromessi da raggiungere. Il documento illustra le prime azioni che l’ente intraprenderà nei prossimi 18 mesi, a partire da quelle svolte a livello del controllo dei prezzi per garantire che le società di rete investano in modo efficiente e siano in grado di adattarsi ai cambiamenti della tecnologia e dell’infrastruttura.

Tra i punti in lista vi sono anche: istituire un fondo per gli investimenti in soluzioni innovative di contrasto ai cambiamenti climatici e collaborare con governo e industria allo sviluppo di opzioni economiche e a basso rischio per decarbonizzare il riscaldamento. Ofgem si impegnerà anche a redigere una strategia normativa sui veicoli elettrici per supportarne il lancio e massimizzare i benefici per i consumatori. Al tempo stesso contribuirà con istituzione e imprese per consentire una rapida espansione di una rete offshore al minor costo.

“Man mano che l’energia rinnovabile a basse emissioni di carbonio cresce e i trasporti diventano elettrici, il sistema energetico deve divenire più flessibile per rispondere a picchi e cali sia nella domanda che nell’offerta”, ha aggiunto Brearley. “I nostri nuovi controlli sui prezzi per le società di rete chiariranno la strada per questo, fornendo incentivi per gli investimenti futuri”.

 

>>leggi anche Ricaricare le auto elettriche in 10 min con i supercondensatori UK<<

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui