La Cina schiaccia il freno sui veicoli NEV

Le stime della China-SAE frustrano gli obiettivi annunciati da Pechino lo scorso dicembre. Ma i veicoli NEV saranno comunque il 35% delle vendite totali nel 2035

veicoli NEV
Credits: Goran Horvat da Pixabay

Meno 5% le vendite di veicoli NEV al 2025

(Rinnovabili.it) – Anche se l’economia cinese si sta riprendendo rapidamente, la pandemia ha lasciato il segno sul colosso asiatico. Anche nel settore della mobilità sostenibile e dei veicoli NEV (New Energy Vehicles), dove Pechino può contare sul mercato di auto elettriche più grande al mondo. Lo ha certificato in una conferenza stampa tenuta il 27 ottobre Li Jun, presidente della China Society of Automotive Engineers (China-SAE).

L’associazione di categoria è considerata la bussola per il settore in Cina, perché è coinvolta nella definizione delle politiche nazionali in materia di veicoli elettrici a medio e lungo termine. Non esprime direttamente la politica che sarà adottata dal governo, ma è un punto di riferimento per i politici, così come per le aziende e gli investitori.

Leggi anche Veicoli ecologici: la Cina accelera sulla mobilità elettrica

Le previsioni della China-SAE vanno al ribasso rispetto alla proposta di policy pubblicata a fine 2019 dal ministero dell’Industria e della tecnologia dell’informazione cinese. Infatti, l’associazione stima che le vendite di veicoli a nuova energia (veicoli NEV) saliranno solo al 20% delle vendite complessive di nuove auto entro il 2025. Per poi saltare a una quota del 50% entro il 2035.

Le previsioni precedenti fissavano invece l’asticella al 25% entro i prossimi 5 anni. Un balzo in avanti che trovava uno dei motivi nella volontà di Pechino di rafforzare la sua sicurezza energetica, riducendo la dipendenza dalle importazioni di petrolio dall’estero in un settore importante come quello dei trasporti.

Leggi anche La Cina cambia la sua politica sui veicoli ibridi benzina-elettrici

L’associazione prevede inoltre che il 95% delle vendite di veicoli NEV nel 2035 saranno veicoli elettrici a batteria, mentre i veicoli ibridi costituiranno la quota restante. I NEV includono veicoli elettrici a batteria, ibridi plug-in e auto a celle a combustibile a idrogeno. La China-SAE, ha sottolineato il presidente Li, stima che la Cina venda circa 1,1 milioni di NEV nel 2020. Quanto ai veicoli a celle a combustibile a idrogeno, la previsione è di averne 1 milione circolante tra il 2030 e il 2035.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui