Volkswagen saluta la più grande rete di ricarica in Europa

L’azienda con il suo marchio Elli ha raggiunto il suo traguardo: 400.000 punti di ricarica per veicoli elettrici, la più grande rete attiva in Europa, con oltre 800 fornitori in 27 paesi

stazioni di ricarica elettrica
Photo by Ralph Hutter on Unsplash

(Rinnovabii.it) – La rete di ricarica per auto elettriche più grande d’Europa? Al momento quella firmata da Elli, il braccio elettrico del Gruppo Volkswagen che si occupa di pulita e soluzioni per l’emobility. La società ha raggiunto il suo obiettivo 2022, ossia 400.000 punti di ricarica attivi nella regione europea con oltre 800 fornitori in 27 paesi. Elli è nata nel 2018 ma la vera crescita in termini infrastrutturali è avvenuta solo negli ultimi 18 mesi quando il numero di suoi e-charged attivi è raddoppiato aggiungendo circa 200.000 nuovi punti.

Leggi anche PE: stazioni di ricarica elettrica ogni 60km e di H2 ogni 100km

Nel processo di sviluppo, il marchio ha stipulato un gran numero di alleanze e partnership, comprese quelle con fornitori energetici del calibro di Enel e Iberdrola, il gruppo petrolifero BP e la joint venture IONITY. Lo scopo di questo lavoro di intese è abbastanza semplice: fornire ai conducenti di veicoli elettrici una fitta rete internazionale per fare il pieno alleato elettriche che sia facilmente accessibile. Attualmente sono integrati circa 800 provider. Tra le ultime aggiunte, Elli conta circa 24.000 stazioni Vattenfall in Germania, Paesi Bassi, Norvegia e Svezia insieme a 1.000 punti di ricarica ad alta potenza (HPC) gestiti da Fastned nei Paesi Bassi, Germania, Gran Bretagna, Belgio, Francia e Svizzera. E solo pochi mesi al network si erano aggiunte altre 6.800 stazioni gestite da BP Pulse nel Regno Unito.

“La chiave per la mobilità elettrica quotidiana è una ricarica facile senza alcuna ansia da autonomia”, ha affermato Elke Temme, CEO di Elli e Senior Vice President di Charging & Energy di Volkswagen AG. “Abbiamo compiuto un enorme passo avanti verso la nostra visione offrendo 400.000 punti di ricarica in Europa. In linea con la nostra strategia NEW AUTO, ora offriamo il più grande ecosistema per i conducenti di veicoli elettrici in Europa e continuiamo a portare avanti a tutta velocità il nostro lavoro per espandere la rete di ricarica”.

Articolo precedenteIl Qatar vuole estrarre più gas fossile: consumerà il 13% del budget di carbonio che ci resta
Articolo successivoFlixBus lancia Offset Christmas per un Natale a impatto ridotto

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui