Piemonte, no all’etichetta nutri-score proposta dall’Europa

Protopapa: “Con il nutri score si vanno a colpire i nostri prodotti agroalimentari made in Italy”

credits: Regione Piemonte

La regione per l’introduzione dell’etichetta nutrinform: più completa

L’assessore all’Agricoltura e Cibo della Regione Piemonte, Marco Protopapa, esprime la posizione della Regione Piemonte contro la proposta della Commissione europea di adottare il nutri score, l’etichettatura a semaforo per gli alimenti, in tutta Europa: “Accolgo l’appello dell’assessore all’agricoltura della Regione Lombardia nel fare fronte comune come Regioni italiane contro la proposta europea sul nutri score e condivido la posizione del ministro Patuanelli e la preoccupazione espressa da tutte le organizzazioni degli agricoltori a livello nazionale e piemontese. Con il nutri score si vanno a colpire i nostri prodotti agroalimentari made in Italy. Il Piemonte con 14 prodotti agroalimentari Dop e 9 Igp esporta sui mercati europei “cibo” di qualità, caratteristica che vale per l’agroalimentare “made in Italy”.

“Al tempo stesso rimane fondamentale informare il consumatore sul prodotto che sta acquistando, e per questo condivido insieme agli altri assessori regionali l’introduzione dell’etichetta nutrinform, in cui vengono indicati i valori nutrizionali degli alimenti, dando informazioni più approfondite per assumere una dieta equilibrata rispetto all’assegnazione di bollini colorati dell’etichettatura a semaforo”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui