Auto a fine vita: la Malesia un hub mondiale?

Attesa entro la fine dell’anno la nuova versione del National Automotive Policy, il piano che potrebbe rendere la Malesia un hub mondiale nel settore delle auto a fine vita

Auto a fine vita: la Malesia un hub mondiale?(Rinnovabili.it) – Conto alla rovescia per la nuova policy malese sulle auto a fine vita. Secondo quanto dichiarato dal Ministero dell’Industria e del Commercio della Malesia, entro la fine dell’anno dovrebbe essere annunciata la nuova versione del National Automotive Policy (NAP), il piano che dovrebbe rendere l’industria automobilistica malese più competitiva sui mercati globali. Nel piano, introdotto nel 2006 e aggiornato nel 2009, la politica sulle auto a fine vita gioca un ruolo fondamentale e potrebbe guidare l’intero comparto industriale verso traguardi competitivi, capaci di fare della Malesia un hub mondiale nel settore automotive.

 

Una volta operativa, la nuova politica sugli ELV potrebbe garantire continue nuove vendite, soprattutto se sarà accompagnata da giusti incentivi. Secondo gli operatori del settore, infatti, i consumatori potrebbero essere invogliati ad optare per auto più “giovani”, piuttosto che continuare a utilizzare le vecchie carcasse oltre la loro vita effettiva, oppure essere sottoposti nuovamente al controllo tecnico obbligatorio dei vecchi veicoli (di età tra i 10 e i 15 anni), abolito nel 2009 in seguito a una protesta popolare. A ciò si aggiungerebbe lo sviluppo di normative ad hoc per regolamentare l’intero settore dell’after – market automobilistico, coinvolgendo le officine, i negozi di pneumatici e accessori, i centri ricambi auto (nuovi e usati) e i rivenditori auto stessi.

 

Nell’attesa di vedere quale sarà la revisione finale del National Automotive Policy, gli esperti del settore si dicono convinti che essa riuscirà ad attrarre nuovi investimenti, soprattutto sui veicoli ad alta efficienza energetica.