USA: il riciclo dei rottami sostiene ambiente ed economia

L’Institute of Scrap Recycling Industries pubblica lo Scrap Yearbook 2013, il documento che ogni anno fotografa il comparto del riciclo dei rottami negli Stati Uniti

USA: il riciclo dei rottami sostiene ambiente ed economia(Rinnovabili.it) – Una panoramica sul riciclo dei rottami negli USA, sulla filiera che se ne occupa e sui benefici economici e ambientali raggiunti dal settore. Questi gli argomenti chiave affrontati dallo Scrap Yearbook 2013 dell’Institute of Scrap Recycling Industries (ISRI), la pubblicazione che ogni anno fotografa il comparto del riciclo dei rottami, offrendo informazioni dettagliate sulla natura dei rottami, la provenienza, il modo in cui essi vengono processati e i flussi in cui si muovono a livello globale.

 

«Se il 2012 è stato un anno di montagne russe per l’industria del riciclo dei rottami e per l’economia degli Stati Uniti in generale – ha commentato il Direttore dell’ISRI, Joe Pickard – per quanto riguarda il 2013 abbiamo registrato una buona risposta del comparto alle sfide in corso, che avrà anche i suoi risvolti futuri».

 

Oltre 87 i miliardi di dollari generati dal settore dei rottami in un anno, circa 10 quelli provenienti dalle entrate fiscali, 135 milioni le tonnellate di rottami metallici, carta, plastica, RAEE, vetro e gomma trattate e oltre 460.000 l’occupazione diretta e indiretta che il settore ha sostenuto. Il rottame, infatti, come tiene a precisare l’ISRI stesso, non è uno scarto di cui disfarsi, ma una risorsa che se valorizzata consente di ottenere enormi benefici non solo economici, ma anche ambientali e in quest’ottica la corretta informazione risulta indispensabile per far sì che il settore possa raggiungere risultati sempre più ambiziosi. L’edizione 2013 dello Scrap Yearbook dell’ISRI, inoltre, fornisce informazioni dettagliate non solo sulla produzione, il recupero e il consumo di rottami, ma anche sui flussi commerciali globali seguiti e gli indici di prezzo; non mancano indicazioni anche su segmenti del settore in rapida crescita, come quello dell’elettronica.