Pronti, Partenza, Via…tutti in pista con la Re Car Race Junior!

L’iniziativa, che ha il sostegno e il patrocinio della REGIONE LAZIO Direzione Regionale Formazione, Ricerca e Innovazione, è rivolta alle Scuole Medie di Roma e del Lazio

Re Car Race JuniorParte in questo mese di Marzo nelle scuole di Roma che hanno aderito, la Re Car Race Junior – il Grand Prix più ECO che c’è!, che fa parte del più complesso programma Fai la Differenza.

L’iniziativa, che ha il sostegno e il patrocinio della REGIONE LAZIO Direzione Regionale Formazione, Ricerca e Innovazione, è rivolta alle Scuole Medie di Roma e del Lazio e dedicata ai ragazzi di età compresa tra gli 11 e i 14 anni, che con l’aiuto di docenti, genitori e personale scolastico, potranno ideare, progettare e costruire un’automobile con materiali di scarto a impatto zero con la quale partecipare ad un Eco Gran Premio automobilistico.
Pole position e piazzamenti sulla griglia di partenza saranno definiti in base al punteggio ottenuto in una precedente fase che prevede un percorso da portare a fine cercando di rispettare il più possibile il codice della strada.

 

Il progetto si rivolge ai presidi, ai professori, ai rappresentati dei genitori, di classe e di istituto e soprattutto agli alunni: l’evento si propone di diffondere i temi del riciclo e riuso creativo dei materiali di scarto, e più in generale sensibilizzare tutti i destinatari dell’iniziativa al rispetto per l’ambiente, e all’educazione stradale, intesi come temi appartenenti all’educazione civica, utilizzando modalità ludiche, sportive e spettacolari.

L’attività nelle scuole inizierà in questo Marzo coinvolgendo 5 Scuole Medie per complessive 10 classi/gruppi di lavoro; il progetto si concluderà ad Aprile 2015 tra il rombo degli ECO-motori con il Gran Premio più ECO che c’è!

 

Lo scopo è comunicare forte un messaggio ormai essenziale: riciclare i rifiuti attraverso la raccolta differenziata per trasformarli in materiali riutilizzabili e scoprire nuove fonti d’energia meno inquinanti è ora un DOVERE!

L’iscrizione, la partecipazione al Gran Premio è totalmente gratuita; tutto quello che serve è un buon lavoro di squadra, olio di gomito e tanto amore per la Natura!

 

Articolo precedenteEmissioni di zolfo fuori controllo dalla Manica al Mar Baltico
Articolo successivoLa “fattoria in scatola” nel container intelligente

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui