La nuova discarica di Esterzili che ha raggiunto il tasso più alto in Sardegna di differenziata

“Stiamo inaugurando il nuovo ecocentro della comunità di Esterzili – ha sottolineato ancora l’Assessore Lampis – a dimostrazione del fatto ci come la Regione sia interessata a perseguire l’obbiettivo dell’80 per cento di raccolta differenziata in tutto il territorio regionale

Programma nazionale per la gestione dei rifiuti: il MiTE pubblica il Pngr
Foto di frozennuch da Pixabay

Arrivata a oltre l’80%

Esterzili, 27 maggio 2022 – Una eccellenza per la raccolta differenziata che rappresenta un esempio per tutta la Comunità montana del Sarcidano e Barbagia di Seulo ed un premio per il Comune di Esterzili che è ai massimi in tutta la Sardegna come percentuale di raccolta differenziata, oltre l’80 per cento.
Lo ha detto l’Assessore regionale all’Ambiente, Gianni Lampis, intervenendo al taglio del nastro della nuova struttura, finanziata dalla Regione con 80 mila euro.

“Stiamo inaugurando il nuovo ecocentro della comunità di Esterzili – ha sottolineato ancora l’Assessore Lampis – a dimostrazione del fatto ci come la Regione sia interessata a perseguire l’obbiettivo dell’80 per cento di raccolta differenziata in tutto il territorio regionale, anche nei luoghi delle zone interne della Sardegna, dove esistono comunità che hanno il diritto di avere gli stessi servizi, presente nelle aree maggiormente antropizzate”.

“Stiamo valutando ora un ulteriore finanziamento per l’efficientamento di quello che oggi inauguriamo e in una prossima seduta di Giunta, il Comune riceverà circa 30 mila euro per la bonifica di aree degradate dalla presenza di rifiuti affinché questa Comunità possa fare ancora una volta del proprio patrimonio ambientale e paesaggistico un motivo di valorizzazione per tutti coloro che sono qui presenti e per tutti quelli che vorranno venire a visitare la Comunità.” Particolare attenzione è stata rivolta ai numerosi bambini delle scuole presenti all’inaugurazione in quanto sono e saranno loro i nuovi guardiani ambientali. Le nuove generazioni hanno una nuova e maggiore visione ambientalistica a difesa del loro territorio.

Articolo precedentePiani di Gestione dello Spazio Marittimo dell’area Adriatico e Ionio e Mediterraneo Centrale
Articolo successivoLa straordinaria avventura di Ondina e Oceano

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui