Incendio Massarosa: Mazzeo, vicini ai cittadini anche con stanziamenti per il ripristino dei danni

Il presidente del Consiglio regionale sul luogo del rogo ha annunciato una variazione di bilancio per contribuire, con i risparmi sui costi della politica, alle fasi di intervento per sanare la distruzione in atto

Stagione degli incendi: umidità e temperatura la rafforzano
Via depositphotos.com

“Sappiamo che si tratta di una cifra esigua rispetto ai danni prodotti dal fuoco e che serviranno altri stanziamenti per porvi rimedio”

Firenze – “Appena ho saputo della mia negatività, ho voluto raggiungere subito Massarosa. La mia presenza qui è di vicinanza all’amministrazione comunale, ai cittadini, agli evacuati che vedono in pericolo la loro casa e a tutti gli operatori che da ore, incessantemente, lottano contro il fuoco”. Lo ha detto il presidente del Consiglio regionale, Antonio Mazzeo, dopo aver svolto un sopralluogo nelle vicinanze del rogo che sta divampando nel comune di Massarosa. E parlando con la sindaca Simona Barsotti e col vicesindaco Damasco Rosi ha annunciato un provvedimento del Consiglio regionale: “Proporrò subito all’Ufficio di presidenza una variazione di bilancio, per poter liberare tutte le risorse disponibili nel capitolo derivante dai risparmi sugli ex vitalizi e che ammontano a circa 50mila euro. Sappiamo che si tratta di una cifra esigua rispetto ai danni prodotti dal fuoco e che serviranno altri stanziamenti per porvi rimedio, ma vuole essere un primo atto, anche simbolico, per dimostrare che, per quanto possiamo, vogliamo essere vicini alla comunità di Massarosa in questo momento tragico”.

Il presidente Mazzeo, che si è intrattenuto brevemente per un saluto di ringraziamento con il responsabile delle operazioni di soccorso, alcuni operatori della Protezione civile, alcuni volontari e vigili del fuoco, ha ricordato che tutta la Toscana, negli ultimi giorni, è stata colpita da una serie di roghi. “Ma questo di Massarosa – ha sottolineato – è sicuramente il più grave e ampio in termini di superficie andata a fuoco. La siccità, il caldo estremo rendono gli incendi devastanti. Sono uno dei conti da pagare al cambiamento climatico”.

Mazzeo ha spiegato che da settimane gli operatori della protezione civile (vigili del fuoco, volontari, tecnici della Regione, piloti di elicotteri e Canadair) “sono sotto pressione per cercare di intervenire e salvare dalle fiamme ettari di terreno e, come avvenuto qua a Massarosa, edifici”.

“Faccio un appello ai cittadini – ha concluso il presidente – a fare estrema attenzione, perché a causa delle condizioni climatiche estreme basta davvero poco, anche un solo mozzicone di sigaretta, per causare incendi dalle conseguenze drammatiche. Oggi la priorità è spegnere l’incendio, da domani sarà quella di far tornare verde questa terra, proprio come abbiamo fatto con il monte pisano”.

Articolo precedenteNo a installazioni selvagge di impianti fotovoltaici su terreni agricoli
Articolo successivoApprovato in giunta il ddl per gas gratis a tutti i lucani

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui