Rinnovabili.it

RAEE fotovoltaici, dal GSE le istruzioni operative aggiornate

Gestione RAEE fotovoltaici,
via depositphotos.com

Garanzia finanziaria, quando può essere rateizzata

(Rinnovabili.it) – On line le nuove istruzioni operative del GSE per i RAEE fotovoltaici degli impianti incentivati in Conto Energia. Il Gestore ha pubblicato stamattina il documento aggiornato con le ultime prescrizioni normative; prescrizioni che introducono la possibilità di rateizzare la quota di garanzia finanziaria che i soggetti responsabili devono versare per le operazioni di raccolta, trasporto, trattamento adeguato, recupero e smaltimento dei moduli a fine vita.

La novità è stata introdotta dal D.L. 24 febbraio 2023, n.13 (Legge di Conversione 21 aprile 2023, n. 41) che ha stabilito, solo nel caso di adesione uno dei sistemi collettivi riconosciuti, l’opzione di versare tale garanzia nel periodo massimo di cinque anni dalla data di sottoscrizione del relativo contratto. La stessa norma ha previsto anche che il GSE, in caso di rate non versate, provveda al versamento delle eventuali annualità mancanti riducendo le tariffe incentivanti e al contestuale trasferimento al medesimo sistema collettivo segnalante.

leggi anche Incentivi fotovoltaico residenziale 2023: dai bonus al reddito energetico

RAEE fotovoltaici, cosa fare con i pannelli solari

Ricordiamo che prestare la garanzia finanziaria a un Sistema Collettivo (a patto che sia iscritto al Registro nazionale) è un’opzione alternativa alla trattenuta del GSE per i RAEE fotovoltaici. Nel primo caso i Soggetti Responsabili versano nel trust 10 euro per ognuno dei pannelli incentivati. In caso contrario lo stesso valore è trattenuto dal GSE dalle tariffe incentivanti e vale per qualsiasi tipologia di RAEE fotovoltaico. Sia domestico (originato da impianti di potenza nominale inferiore a 10 kW) che professionale (in impianti di potenza nominale superiore o uguale a 10 kW). Il valore della quota è definito secondo criteri di mercato e sulla base dei costi medi sostenuti dai sistemi collettivi di gestione dei rifiuti elettrici ed elettronici, e può quindi essere aggiornato in base all’evoluzione del mercato stesso.

A tal riguardo il GSE ha ricordato oggi tramite una nota stampa che per i Soggetti Responsabili degli impianti fotovoltaici incentivati in Conto Energia, il 30 giugno 2024 è il termine ultimo per comunicare l’adesione a uno dei Sistemi Collettivi qualificati. In caso di mancata adesione, il Gestore provvederà al trattenimento delle quote.

“Si specifica  – si legge nel comunicato – inoltre che il GSE sta avviando una fase di confronto tecnico specialistico sull’implementazione della disciplina dei RAEE derivanti dai pannelli fotovoltaici con i principali attori del Sistema e con le altre istituzioni nazionali preposte a questa attività, anche al fine di favorire uno scambio di dati e informazioni nell’interesse del Sistema Paese e promuovere un aggiornamento del quadro normativo di riferimento. Si segnala infine che, nell’ottica di garantire un adeguato livello di trasparenza, il GSE sta provvedendo alla definizione di un’apposita sezione sul proprio sito istituzionale in cui verranno pubblicate le principali informazioni sull’ammontare delle quote a garanzia in corso di trattenimento, finalizzate ad assicurare la copertura dei costi di gestione dei RAEE derivanti dagli impianti fotovoltaici incentivati in Conto Energia”.

Leggi qui le Istruzioni Operative per la gestione del fine vita dei pannelli fotovoltaici degli impianti in Conto Energia

Exit mobile version