• Articolo Leeds, 6 febbraio 2018
  • L'Università di Leeds pubblica una nuova ricerca

    Se tutti vivessero come noi non basterebbero 6 pianeti Terra

  • È possibile garantire i bisogni di base a tutti gli abitanti della Terra, ma per assicurargli il nostro tenore di vita servirebbero le risorse di 6 pianeti

terra

 

La Terra non ha risorse sufficienti per questo modello di sviluppo

 

(Rinnovabili.it) – Il tenore di vita che abbiamo in occidente non può essere esteso a tutta la popolazione mondiale. La Terra non lo reggerebbe. Mancano le risorse per far sì che tutti gli abitanti del mondo abbiano i consumi che abbiamo noi. Lo afferma una ricerca dell’Università di Leeds, pubblicata su Nature Sustainability. Secondo gli esperti, soddisfare in modo sostenibile i bisogni primari come cibo, igiene ed elettricità per tutti è fattibile, ma non è possibile garantire a tutti gli standard di cui godono gli occidentali.

Lo studio prende in esame 151 paesi, nessuno dei questi risponde alle esigenze di base dei suoi cittadini utilizzando le risorse in maniera sostenibile se applicato su scala globale. Stati come l’Italia soddisfano i bisogni di base della popolazione utilizzando molte più risorse di quanto la Terra potrebbe sopportare se tutti facessero come noi. Nazioni come lo Sri Lanka, invece non eccedono nei consumi, e però non riescono a soddisfare le necessità basilari dei cittadini.

 

>> Leggi anche: La sesta estinzione di massa è iniziata e l’uomo ne è la causa <<

 

“Tutto ciò che facciamo, dal cenare al navigare sul web, consuma risorse – ha detto il dottor Daniel O’Neill, del Sustainability Research Institute di Leeds – I bisogni di base potrebbero essere soddisfatti in ogni nazione senza superare i limiti ambientali globali. Sfortunatamente però, ciò non vale per bisogni che vanno oltre la sussistenza, come un’istruzione secondaria e un’alta soddisfazione di vita. Per garantire questo tipo di benessere, che si trova in molti paesi occidentali, servirebbe un utilizzo di risorse che è dalle due alle sei volte più elevato rispetto alla soglia della sostenibilità”.

Secondo  Julia Steinberger, della Scuola della Terra e dell’Ambiente di Leeds, “la nostra infrastruttura fisica e il modo in cui distribuiamo le risorse fanno parte di ciò che chiamiamo ‘sistemi di approvvigionamento’: se tutte le persone devono condurre una vita dignitosa entro i limiti del pianeta, questi sistemi devono essere ristrutturati profondamente per soddisfare le esigenze di base a un livello molto più basso di utilizzo delle risorse”.

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *