Eolico: l’Irlanda punta all’espansione energetica

Attraverso un nuovo accordo e la realizzazione di un nuovo impianto eolico onshore l’Irlanda punta a collegare i propri impianti alla rete nazionale Uk

eolico in Irlanda(Rinnovabili.it) – L’Irlanda continua a far parlare di sé e il Premier britannico David Cameron si è da subito dichiarato interessato al piano di importazione di energia verde annunciato ieri. E’ recente la notizia di un accordo stretto tra il primo ministro Cameron e il Taoiseach,  ovvero il primo ministro irlandese Enda Kenny, con lo scopo di lavorare a stretto contatto per collegare i parchi eolici irlandesi alla rete di distribuzione elettrica nazionale. L’iniziativa ha ottenuto l’appoggio dei primi ministri di Irlanda e Gran Bretagna con la speranza che il progetto riesca a far abbassare i costi energetici della nazione.

 

“I due ministri hanno discusso la cooperazione in materia di energia, in particolare il potenziale per l’esportazione di elettricità da fonti rinnovabili dall’Irlanda al Regno Unito”, ha detto un portavoce. “Il Primo Ministro Cameron e il Taoiseach sono d’accordo sul fatto che questo accordo sia molto importante per continuare a lavorare a stretto contatto su questo tema fondamentale.”

 

La notizia è stata accolta favorevolmente anche dalla Element Power, la società che si occuperà della realizzazione del progetto Greenwire, una centrale eolica onshore da 6,5 miliardi di sterline che verrà realizzata nel centro dell’Irlanda per riuscire a fornire circa 10 TWh di elettricità pulita ogni anno. A tal proposito Mike O’Neill, chief executive di Element Power, ha invitato i due governi a muoversi rapidamente per concordare un Inter-Governmental Agreement (IGA) che permetterebbe le importazioni di energia prodotta da fonti rinnovabili.

 

“Questo annuncio contribuirà a rassicurare gli investitori nel progetto Greenwire e in altri progetti simili ed è quindi il benvenuto”, ha detto O’Neill. “Tuttavia, è di vitale importanza assicurare un IGA formalizzato e chiarezza su come i Contracts for Difference del Regno Unito verranno applicati a progetti internazionali al più presto in modo che si possa procedere a completare Greenwire in tempo per contribuire a soddisfare gli obiettivi del 2020, mentre il risparmio di energia da parte dei consumatori del Regno Unito equivarrà miliardi di sterline, porterà alla creazione di posti di lavoro nel Regno Unito e in Irlanda, e il miglioramento del Regno Unito di energia di sicurezza .”