Fotovoltaico: dalla Francia la cella solare con un’efficienza del 46%

Infranto un nuovo record mondiale per il solare multi giunzione grazie alla collaborazione franco-tedesca tra Soitec, CEA-Leti e il Fraunhofer ISE

Fotovoltaico: dalla Francia la cella solare con un’efficienza del 46%(Rinnovabili.it) – Nuovo record mondiale per il settore del fotovoltaico. Stavolta a segnare il primato sono le celle solari multi giunzione della francese Soitec che, grazie alla collaborazione con CEA-Leti e l’istituto solare del Fraunhofer, ha raggiunto una conversione della luce diretta in elettricità del 46%. Questo tipo di celle, basate su semiconduttori composti III-V, sono solitamente il core tecnologico del fotovoltaico a concentrazione, impiegato per produrre energia elettrica a costi competitivi nei grandi impianti. La cella che è riuscita a conquistare il primato mondiale possiede quattro giunzioni, ed ognuna delle quattro sottoaree (o sub-celle) è in grado di convertire un quarto dei fotoni in entrata in un intervallo di lunghezze d’onda compreso tra 300 e 1750 nm, in energia elettrica.  Il record di efficienza del 46% è stato misurato ad un fattore di concentrazione di 508 soli e convalidato in condizioni di test standard dal giapponese AIST Institute (Advanced Industrial Science and Technology), uno dei principali centri di verifica indipendente delle prestazioni solari.

 

Uno dei principali problemi che il team ha dovuto risolvere era quello di realizzare una distribuzione esatta di fotoni in tutte quattro le sotto-celle. “Ciò è stato reso possibile da una precisa regolazione della composizione e dello spessore di ogni strato all’interno la struttura. Ciò rappresenta un passo importante nella nostra collaborazione franco-tedesca”, ha affermato il Dr. Frank Dimroth, project manager per lo sviluppo solare presso il Solar Energy Systems (ISE) dell’Istituto Fraunhofer. “Il fotovoltaico a concentrazione è oggi la tecnologia solare più efficiente e più adatta a tutti quei paesi con un forte tasso di luce solare diretta”. “Per produrre questa nuova generazione di celle – ha aggiunto Jocelyne Wasselin, vicepresidente responsabile dello sviluppo prodotto a Soitec – abbiamo installato una linea in Francia, che implementa le nostre tecnologie di collegamento e impiega già oltre 25 ingegneri e tecnici. Sono convinto che la collaborazione con i nostri partner francesi e tedeschi migliorerà ulteriormente l’efficienza e la competitività della tecnologia”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui