300 giorni di rinnovabili per il Costa Rica: è record per il terzo anno

Il piccolo Paese sudamericano batte se stesso: nel 2017 la produzione di energie rinnovabili ha coperto il 99,62 del fabbisogno nazionale. Una performance che supera anche i record del 2015 e del 2016

costa rica

 

Terzo anno da record per le rinnovabili del Costa Rica

(Rinnovabili.it) – Non c’è due senza tre verrebbe da dire guardando la produzione energetica del Costa Rica. Il Paese, per il terzo anno consecutivo, ha soddisfatto i suoi consumi quasi esclusivamente grazie alle fonti rinnovabili. A confermarlo è l’Instituto Costarricense de Electricidad (Gruppo ICE), la società statale che si occupa del servizio elettrico e delle telecomunicazioni: i dati provenienti dal centro nazionale per il controllo energetico mostrano chiaramente che il Costa Rica è andato avanti per ben 300 giorni impiegando solo energia pulita. Volendo fare le pulci, si tratta di una performance addirittura migliore di quella del 2015 e del 2016, anni in cui le rinnovabili avevano alimentato il Paese, rispettivamente, per 299 e 271 giorni.

 

Un record che continua a sorprendere nonostante tutte le particolarità del caso. La nazione, infatti, ha appena 4,8 milioni di abitanti, ossia poco più della metà dei cittadini di Londra e gli immensi impianti idroelettrici fanno la maggior parte del lavoro. Dall’acqua arriva oggi il 78,26 per cento dell’elettricità utilizzata a livello nazionale.

Al mix si aggiunge anche il 10,29 per cento fornito dall’eolico, un 10,23 per cento di geotermia e uno 0,84% di sole e biomasse. In altre parole le fonti rinnovabili soddisfano il 99,62 per cento del fabbisogno. Se da un lato il fotovoltaico ha ancora una porzione marginale, dall’altro l’energia del vento è uno dei settori in pieno sviluppo nel Paese. I trend di crescita dal 1996 (anno del primo impianto eolico in Costa Rica) a oggi hanno subito una piccola ma consistente accelerazione. Al punto che, secondo l’ICE , il 2017 può essere considerato come l’anno più importante per la produzione eolica nella storia nazionale, con 1.015 gigawattora generati dai 16 parchi eolici installati sul territorio.

 

>>Leggi anche La Costa Rica dei record ora punta sulle auto elettriche<<

 

Ovviamente dimensioni e ambiente aiutano molto il piccolo Paese sudamericano che tuttavia non è disposto a dormire sugli allori. Il Governo si è dato un obiettivo preciso per il 2021: divenir completamente carbon neutral. L’approccio scelto include anche i trasporti. Al congresso vi sono due proposte di legge per la mobilità alternativa che, se approvate, introdurrebbero sgravi fiscali sulle importazioni di e-car, creando una rete nazionale di stazioni di ricarica, e obbligherebbero a elettrificare una quota del parco auto pubblico. È inoltre il primo Paese ad aver firmato un accordo con la compagnia aerea olandese Klm per diminuire le emissioni di CO2 dell’aviazione.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui