Ban Ki-Moon: “L’attuale modello di sviluppo è insostenibile”

In occasione della Giornata mondiale della Terra Ban Ki-Moon ha definito l’attuale modello di sviluppo insostenibile invitando i governi ad agire in fretta

Ban-Ki-moon(Rinnovabili.it) – In occasione della Giornata mondiale della Terra il Segretario Generale dell’Onu Ban Ki-Moon non lascia spazio ai giri di parole definendo l’attuale modello di sviluppo insostenibile. Serve un nuovo programma, ha specificato, fondamentale per garantire lo sviluppo socioeconomico in armonia con la natura. “Considerando che la nostra popolazione cresce, dobbiamo riconoscere che il consumo di risorse del pianeta è insostenibile. È necessaria una trasformazione globale degli atteggiamenti e delle pratiche”, ha dichiarato il Segretario delle Nazioni Unite. Accanto all’appello anche la proposta che invita i governi a scegliere forme sostitutive di generazione energetica in grado di limitare i danni causati all’ambiente dallo sfruttamento dei combustibili fossili. E’ infatti questo il fattore principale causa dell’inquinamento che aggrava il cambiamento climatico e rappresenta una minaccia per la prosperità e la stabilità del pianeta.

 

“La pesante mano dell’umanità si concretizza nella deforestazione tropicale e nell’esaurimento delle attività di pesca oceaniche, nella crescente carenza di acqua dolce e nel rapido declino della biodiversità, in un cielo sempre più inquinato e in molti tratti degli oceani del mondo seriamente danneggiati”, ha avvertito Ban Ki-Moon, suggerendo di cercare di ristabilire un legame, un rapporto più naturale con la Madre Terra per migliorare il benessere umano iniziando dai più poveri e dai più vulnerabili. Potrebbe contribuire al miglioramento delle condizioni di vita la diffusione della generazione di energia sostenibile, anche nelle aree più remote del paese, dove potrebbe rappresentare un veicolo di benessere per le  popolazioni, migliorare le loro condizioni di salute, creare ricchezza e opportunità per tanti così come potrebbe aiutare la formazione di smart cities, la migliore gestione e protezione delle foreste.