Oltre 100 comuni italiani stanno lottando contro l’inquinamento da plastica

A Montecitorio, la onlus Plasti Free ha premiato 111 amministrazioni locali per il loro impegno nella lotta all’inquinamento da plastica

inquinamento da plastica
Foto di Etienne Girardet su Unsplash

Tra i comuni che hanno preso provvedimenti contro l’inquinamento da plastica ci sono 18 capoluoghi

(Rinnovabili.it) – Sono 111 le amministrazioni locali premiate per l’impegno nella lotta contro l’inquinamento da plastica. Tra queste, anche 18 capoluoghi. I numeri vengono dalla terza edizione dell’iniziativa Comune Plastic Free, promossa da Plastic Free Onlus. Nello specifico, Milano, Firenze, Torino e Ancona sono in testa alla classifica dei Comuni riconosciuti. Tra le Regioni, è il Veneto a piazzarsi sul gradino più alto del podio, con 13 comuni premiati. Seguono Lombardia, Abruzzo e Calabria con 9 comuni ciascuna.

L’associazione, attiva dal 2019, ha organizzato la premiazione a Montecitorio. La valutazione del comitato interno ha premiato i Comuni sulla base di alcuni parametri in cui si sarebbero distinti: lotta agli abbandoni illeciti, sensibilizzazione sul territorio, gestione dei rifiuti urbani, attività virtuose dell’ente e collaborazione con la stessa Plastic Free.

Ai vincitori una tartaruga (finta)

Ai rappresentanti degli enti locali andranno riconoscimenti a forma di tartaruga, che verranno consegnati il 9 marzo al Teatro Carcano di Milano. Il vice presidente della Camera, Fabio Rampelli, ha elogiato tutte le amministrazioni per le loro iniziative, sottolineando che il riconoscimento sarà “un vanto per i cittadini e i visitatori”. L’esponente di Fratelli d’Italia ha anche sottolineato l’urgenza di porre un freno alla produzione di rifiuti, in particolare alla plastica che può essere sostituita o riutilizzata.

Luca De Gaetano, fondatore e presidente di Plastic Free Onlus, ha invece sottolineato il raddoppio dei riconoscimenti rispetto alla scorsa edizione (o quasi). Si tratta, secondo il presidente dell’associazione, di “un crescente impegno delle amministrazioni locali. Ciò rappresenta un grande stimolo a fare sempre più azioni concrete per l’ambiente e le future generazioni e si è già tradotto, ad esempio, nelle tante ordinanze per contrastare il volo deliberato dei palloncini nonché in innumerevoli raccolte ed iniziative per fronteggiare l’inquinamento da plastica e l’eccessivo monouso”.

L’elenco dei comuni plastic free

Abruzzo: Chieti, Vasto, San Salvo, Casacanditella (Chieti); Alba Adriatica, Torano Nuovo, Nereto, Tortoreto, Silvi (Teramo).

Calabria: Scalea, Tortora, Diamante (Cosenza); Tropea, Parghelia (Vibo Valentia); Montepaone, Girifalco, Staletti (Catanzaro); San Ferdinando (Reggio Calabria). 

Campania: Falciano del Massico, Cesa (Caserta); Pomigliano d’Arco, Bacoli, Somma Vesuviana (Napoli); Benevento, Telese Terme (Benevento).

Emilia-Romagna: Alfonsine (Ravenna); Ferrara, Terre del Reno (Ferrara), Longiano (Forlì-Cesena), Sasso Marconi (Bologna).

Lazio: Maenza, Pontinia, Sermoneta (Latina), Viterbo (Viterbo), Sperlonga (Frosinone), Colleferro (Roma).

Liguria: Celle Ligure, Ceriale, Millesimo (Savona); Imperia (Imperia).

Lombardia: Milano, Cernusco sul Naviglio (Milano); Monza, Brugherio, Villasanta (Monza Brianza); Olgiate Molgora (Lecco); Borgo Virgilio (Mantova); Pavia, Landriano (Pavia).

Marche: Ancona, Polverigi, Agugliano, Osimo (Ancona); Fermo (Fermo); Pesaro (Pesaro Urbino).

Molise: Termoli, Petacciato, Ururi (Campobasso); Isernia, Larino (Isernia).

Piemonte: Torino, Collegno, Alpignano (Torino); Gaglianico (Biella); Cuneo (Cuneo).

Puglia: Cassano delle Murge, Gioia del Colle (Bari); Ceglie Messapica (Brindisi); Mottola, Manduria, Castellaneta (Taranto); Castro, Spongano (Lecce).

Sardegna: Badesi, Castelsardo, Olbia, Stintino (Sassari); Teulada (Sud Sardegna) Aglientu (Oristano); Elmas (Cagliari).

Sicilia: Modica (Ragusa); Santa Teresa di Riva (Messina); Avola (Siracusa); Belpasso (Catania); Cefalù (Palermo); Castelvetrano (Trapani); Favara (Agrigento).

Toscana: Firenze, Empoli, San Casciano Val di Pesa (Firenze); Prato (Prato); Calci (Pisa).

Trentino-Alto Adige: Merano, Salorno (Bolzano); Vallelaghi, Sant’Orsola (Trento).

Umbria: Castiglione del Lago, Corciano (Perugia).Veneto: Mogliano Veneto (Treviso); Pontecchio Polesine, Porto Viro, Taglio di Po’ (Rovigo); Verona, Caprino Veronese, Legnago (Verona); Marcon, Caorle, Jesolo, Mira (Venezia); Cittadella (Padova); Vicenza (Vicenza).

Articolo precedenteSnam, Piano 2023-2027: 11,5 mld in un’infrastruttura multimolecola
Articolo successivoNelle acque reflue una miniera di minerali critici da recuperare

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Leave the field below empty!