Vetro: per gli italiani è il packaging migliore

Un rapporto di Assovetro rivela che gli italiani preferiscono gli alimenti e le bevande in vetro convinti che sia l’imballaggio più igienico, sicuro ed ecologico

Vetro(Rinnovabili.it) – Gli italiani si preoccupano della salute e si sono dimostrati attenti alla sicurezza alimentare, dimostrando di preferire alimenti confezionati nel vetro. Ritenuto più igienico e sicuro il vetro è un vantaggio anche per l’ambiente visto che è riciclabile infinite volte e permette di non intaccare le risorse naturali per la produzione di nuovi prodotti.

Secondo il rapporto redatto da Assovetro, condotto in 11 paesi europei su oltre 8.100 consumatori, di cui circa 1.000 italiani sarebbero quindi 8 su 10 gli abitanti del Belpaese a scegliere la trasparenza del vetro e la percentuale europea dei consumatori è altrettanto rassicurante: l’87% degli abitanti della Comunità europea si preoccupa della sicurezza alimentare e sceglie il vetro per bevande e alimenti, soprattutto se ha bambini.

 

“Per evitare contaminazioni indesiderate da parte del packaging, in particolare quando si prendono decisioni importanti come quelle legate alla spesa per la famiglia – ha sottolineato Giuseppe Pastorino, Presidente della sezione contenitori in vetro di Assovetro – i consumatori dovrebbero ‘guardare oltre l’etichetta’ e scegliere quindi non solo gli ingredienti di un prodotto ma anche il tipo di imballaggio. Dalla ricerca emerge, e questo ci conforta, che un numero crescente di cittadini europei intervistati, l’87% rispetto al 74% nel 2010, ritiene il vetro la migliore scelta di packaging per alimenti o bevande poiché gli vengono riconosciute spiccate proprietà di inerzia e di purezza”.

 

A preoccupare maggiormente il consumatore è la possibilità che il contenitore possa contaminare il cibo contenuto, per questo gli italiani, particolarmente attenti a questo aspetto, scelgono imballaggi in vetro per le proprie bevande e alimenti. In Europa i meno preoccupati per la sicurezza alimentare sono, invece, gli austriaci e gli svizzeri (51%).

E mentre il vetro viene considerato il packaging più sicuro sono plastica (5%), lattine (5%), contenitori di metallo (1%) e il Bag in Box (2%) per le bevande a preoccupare i consumatori.

 

“Il vetro – ha detto il nutrizionista e dietologo, Giorgio Calabrese – è il più sicuro contenitore di un contenuto, il cibo, che non sempre è sicuro. Oggi il problema del packaging è molto sentito e sicuramente il vetro garantisce una corretta ed attenta conservazione degli alimenti per prevenire patologie e godere realmente dei benefici di un regime alimentare equilibrato e salubre. Il vetro risponde infatti alle istanze di igiene e sicurezza in quanto evita ogni problema di cessione quando contiene cibo e liquidi  e questo sia ad alta che a bassa temperatura”.