iMask: arrivano le mascherine sicure per noi e per l’ambiente

Garantendo una protezione del 98%, la mascherina iMask è lavabile e sterilizzabile, pensata per essere utilizzata infinite volte.

Mascherine
Credits: iMask

Le mascherine FFP3 della start up siciliana sono pensate per ridurre il consumo uso e getta

(Rinnovabili.it) – In Italia dal 4 maggio è cominciata la cosiddetta fase 2 dell’emergenza coronavirus. Durante questo periodo sarà possibile uscire di casa, ma occorrerà anche munirsi di mascherine. I DPI (dispostivi di protezione individuale) sono infatti obbligatori nei luoghi chiusi accessibili al pubblico (ad esempio supermercati e mezzi di trasporto pubblico) e in tutte quelle occasioni in cui non è possibile garantire continuativamente il mantenimento di una distanza di sicurezza.

Tuttavia, non tutte le mascherine sono uguali. Oltre a quelle chirurgiche, le mascherine vengono classificate in tre diversi livelli di protezione: FFP1, FFP2, FFP3. Le FFP1 garantiscono una protezione dall’esterno verso l’interno e viceversa del 72%. Per le FFP2 la capacità proteggere in entrambe le direzioni è del 92%. Le FFP3 hanno invece una capacità filtrante verso l’interno e verso l’esterno pari al 98%.

Leggi anche Rifiuti: una campagna per dire basta all’usa e getta

La start up siciliana iMask ha brevettato una mascherina FFP3 in grado di mettere insieme sicurezza, convenienza e sostenibilità. Le mascherine iMask, infatti, possono essere utilizzate infinite volte grazie al filtro FFP3 sostituibile, che può durare fino ad un mese. La mascherina è lavabile e sterilizzabile, ideata proprio pensando all’ambiente e per ridurre il consumo delle mascherine usa e getta, limitando così il problema dello smaltimento dei prodotti monouso.

100% made in Italy, le mascherine sono composte da tre parti: il corpo principale, realizzato in gomma termoplastica anallergica in grado di adattarsi alla forma del viso; il filtro FFP3 sostituibile; la cartuccia che contiene il filtro, evitando così il contatto con la pelle e garantendo una maggiore sicurezza. Le mascherine iMask sono inoltre disponibili in versione trasparente, bianca, grigia e rosa.

Leggi anche Spiagge inquinate: ogni metro contiene 10 rifiuti abbandonati

Il prezzo di una mascherina è di 15 euro, mentre un blister con cinque filtri di ricambio costa 10 euro. Con una spesa totale di 25 euro si ottiene quindi una protezione valida fino a sei mesi. iMask è un dispositivo di protezione individuale con certificazione in deroga ed è in corso l’iter di certificazione come dispositivo medico.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui