Il riciclo degli imballaggi in acciaio supera gli obiettivi UE al 2025

Dalla rilevazione dell’associazione delle industrie di settore emerge la buona performance del riciclo degli imballaggi in acciaio

riciclo degli imballaggi in acciaio
Foto di Ben Wicks su Unsplash

Per la prima volta il riciclo degli imballaggi in acciaio è calcolato con la nuova metologia UE

(Rinnovabili.it) – Con quattro anni di anticipo, l’industria europea del packaging in acciaio ha raggiunto i target di riciclo del 70% previsti per il 2025. Lo afferma APEAL, l’associazione continentale delle imprese del settore. Il riciclo degli imballaggi in acciaio vola soprattutto in paesi come Belgio e Cipro, dove raggiunge tassi del 100%. Seguono a ruota Spagna, Olanda, Malta e Slovacchia, con tassi superiori al 90%. Anche gli stati UE del centro-nord performano molto bene, tutti sopra l’80%. L’Italia si colloca più o meno a metà classifica, con un gruppetto di paesi che superano il 70%. Nello specifico, il Belpaese al momento è al 72%, secondo le cifre al 2021. 

L’associazione, che ha analizzato i dati dei singoli paesi e li ha fatti rivedere a Eunomia Research, sostiene che si tratti di numeri sul riciclo vero e proprio. Non sulla raccolta. In questo modo si restituisce uno spaccato più veritiero della circolarità del comparto. I dati sono stati raccolti per la prima volta utilizzando il nuovo metodo di calcolo armonizzato approvato dall’Unione Europea. In precedenza, gli stati membri utilizzavano metodi diversi per determinare i tassi di riciclo. Il che portava a tassi gonfiati e forniva istantanee meno realistiche. In verità, alcuni di essi ancora utilizzano la metodologia precedente. Si tratta di Austria, Francia, Danimarca, Ungheria, Portogallo, Slovenia e Malta. 

Anche se quindi nelle prossime rilevazioni potrebbe flettersi un po’, la curva resterà comunque sopra la media UE prevista dalle norme. “Questi dati rivelano che nel 2021 il 78,5% degli imballaggi in acciaio è stato realmente riciclato” spiega APEAL in una nota. 

Steve Claus, segretario generale dell’organizzazione, ha sottolineato l’importanza di questi risultati: “I dati affermano che l’acciaio rimane il materiale per imballaggi di vendita più ampiamente riciclato in Europa. È la testimonianza delle sue proprietà uniche e degli sforzi di collaborazione delle parti interessate lungo tutta la catena del valore per mantenere un ciclo di materiali chiuso al 100%”.

Articolo precedenteAgrivoltaico, cuore della transizione: la visione di Statkraft Italia
Articolo successivoStoccaggio di carbonio negli oceani, +20% grazie alla “neve marina”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Leave the field below empty!