La pirolisi permette di riciclare le sigarette in sostanze utili

Il processo a 750 °C apre alla possibilità di riciclare le sigarette per ricavarne carbone, gas e petrolio da usare in diverse applicazioni

mozziconi di sigaretta
Foto di Jas Min su Unsplash

Riciclare le sigarette è prioritario in un mondo che ne consuma 6500 miliardi l’anno

(Rinnovabili.it) – Sono uno dei più mortali oggetti mai creati dall’uomo, ma forse qualcosa di buono si può ricavare anche da loro. Le sigarette acquistate ogni anno dai fumatori di tutto il mondo sono 6500 miliardi. Ciò corrisponde a una produzione che, in peso, vale 1,1 milioni di tonnellate. I mozziconi contengono grandi quantità di sostanze chimiche tossiche, cancerogene, fibre microplastiche ed elementi radioattivi che richiedono particolare attenzione. Per questo riciclare le sigarette può essere l’unica cosa positiva da fare con questi oggetti.

Ci sono già stati tentativi di riciclare i mozziconi per l’estrazione di materie prime. Tuttavia, la maggior parte degli studi si è concentrata sull’analisi della degradazione termica dei singoli componenti. Un team di scienziati lituani della Kaunas University of Technology ha deciso di prendere un’altra strada. Nei loro esperimenti hanno trattato i mozziconi di sigaretta come una miscela, con un approccio originale. 

Utilizzando la pirolisi a diverse temperature, i ricercatori sono stati in grado di estrarre petrolio (38–39,5% in peso), carbone (25,7–27,7% in peso) e gas (33–36,4% in peso) dai mozziconi. Il prodotto carbonizzato con struttura porosa era molto ricco di calcio (fino al 32% in peso). Ciascuno di questi sottoprodotti può avere applicazioni concrete, dicono. Il carbone può essere utilizzato per fertilizzanti, per il trattamento delle acque reflue e per lo stoccaggio di energia. Il gas può essere utilizzato per scopi energetici. Il petrolio, ricco di triacetina, può essere utilizzato come additivo per il biodiesel e ridurne i costi. 

Ma per far funzionare davvero il sistema, serve che imprese e istituzioni ci credano. Per integrare questa tecnologia in un sistema di economia circolare, vanno creati un sistema di raccolta dei rifiuti e una strategia per riciclare le sigarette. La raccolta dei mozziconi in cestini metallici e posacenere è abbastanza praticata, ma molto resta da fare. Per quanto riguarda la strategia di riciclo, i ricercatori propongono di utilizzare il trattamento di pirolisi a 750°C, che converte termicamente i mozziconi di sigaretta in carbone, gas e petrolio.

Articolo precedenteUn terzo dei rifiuti minerari del mondo si trova vicino a un’area protetta
Articolo successivoLa Cop28 e il boom di sussidi ai combustibili fossili

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Leave the field below empty!