Con DemandLogic il fotovoltaico parla alla batteria dell’e-car

Un nuovo software trasforma la tua installazione solare privata in una micro-rete votata al risparmio energetico

Con DemandLogic il fotovoltaico parla alla batteria dell’e-car(Rinnovabil.it) – Cosa hanno in comune uno dei maggiori installatori di impianti fotovoltaici negli Stati Uniti e un’azienda nata per creare di veicoli elettrici ad alte prestazioni orientati verso il mercato di massa? Il progetto di rivoluzionare la gestione dei consumi energetici domestici e commerciali. E’ di questi giorni la notizia della collaborazione fra SolarCity e la casa automobilistica Tesla Motors per la messa a punto di un nuovo sistema di accumulo energetico per gli edifici commerciali intenzionati a dotarsi di moduli solari. Il dispositivo, battezzato DemandLogic, utilizza un avanzato software di gestione domotica che memorizza automaticamente i dati sull’elettricità consumata e su quella prodotta dall’impianto fotovoltaico e usata in tempo reale o immagazzinata nelle batterie fornite dalla Tesla Motors (si trattatterebbe della stessa tecnologia delle batterie agli ioni di litio della Tesla Model S).

 

Il software è il frutto del lavoro portato avanti dalle due società a partire dal 2010, quando venne implementato un programma pilota su 200 famiglie della California, ma punta ora a clienti più energivori. L’obiettivo è quello di consentire alle aziende di utilizzare nei momenti di massima domanda l’elettricità immagazzinata riducendo così i consumi nei periodi di punta e le tariffe associate. “Stiamo fornendo loro una soluzione per ridurre il costo e la domanda di energia”, ha dichiarato Lyndon Rive, CEO di SolarCity, aggiungendo che i sistemi dovrebbero soprattutto assicurare l’alimentazione di backup durante i blackout.