Recupero di cascami termici per produrre elettricità rinnovabile: ElectraTherm è la soluzione di GREEN POINT

ElectraTherm, produttore di sistemi ORC all’avanguardia, è la soluzione di GREEN POINT, full service provider del gruppo BITZER, per garantire il recupero di cascami termici per produrre energia elettrica rinnovabile

ElectraTherm
Credits: GREEN POINT

Articolo pubbliredazionale

GREEN POINT, il full service provider del gruppo BITZER riconosciuto a livello globale nel settore della refrigerazione e del condizionamento in ambito industriale e commerciale, è da anni sinonimo di eccellenza per i servizi offerti ai propri clienti. 

Nell’attuale contesto di volatilità dei prezzi dell’energia, e in ottica di continuo innalzamento dei livelli di efficienza degli impianti, Green Point mette a disposizione i servizi del suo Energy Cycle, unitamente a soluzioni dal mondo BITZER, per assicurare ai suoi clienti risparmi energetici, economici e ambientali.

L’Energy Cycle, sviluppato con sempre maggiore attenzione verso il tema della sostenibilità ambientale, non si limita alla sola ottimizzazione energetica degli impianti di refrigerazione ma, attuando un approccio più completo e trasversale verso le esigenze del cliente, contempla anche il recupero di cascami termici. Tramite le soluzioni Electratherm, Green Point propone impianti per il recupero di calore a bassa temperatura con sistemi ORC (Organic Rankine Cycle), realizzati con espansori BITZER, per la produzione di energia elettrica rinnovabile.

Electratherm, azienda fondata nel 2005, vanta oltre 15 anni di esperienza nella progettazione e nella realizzazione di impianti per la produzione di energia da fonte rinnovabile e, con centinaia di installazioni in tutto il mondo, tra cui l’Italia, e oltre 2.000.000 di ore cumulate di funzionamento, si pone come leader mondiale nella produzione di sistemi ORC. 

Gli impianti ElectraTherm offrono vantaggi ambientali unici:

  • Lo sfruttamento di una fonte di calore che altrimenti sarebbe dissipata assicura al cliente una soluzione per la produzione di energia elettrica senza ulteriori emissioni climalteranti e alternativa al prelievo dalla rete.
  • L’intervento incrementa la quota di energia verde utilizzata dall’azienda e ne riduce la sua impronta ecologica
  • L’installazione degli impianti semplice, poco invasiva e rapida. 

Inoltre, l’investimento in un impianto ORC, per la sua propensione alla riduzione dei consumi aziendali, permette l’accesso ad importanti incentivi economici (Titoli di Efficienza Energetica) e, tramite l’autoproduzione di energia elettrica, garantisce al cliente una notevole riduzione dei costi di approvvigionamento energetico.

Le soluzioni proposte da Green Point sono due: POWER GENERATOR PM75, in grado di gestire un carico termico fino a 1300 kWt con temperature di input a partire da 70°C, e generare una potenza massima di 75 kW elettrici e POWER GENERATOR 6500B+ in grado di gestire un carico termico fino a 2200 kWt con temperature di input a partire da 80°C, e generare una potenza massima di 150 kW elettrici.

Entrambi i sistemi sono versatili, flessibili e adattabili a diversi settori di applicazione. In ambito industriale vengono utilizzati a corredo di impianti per la generazione di vapore, di energia elettrica e termica, anche in assetto cogenerativo, nel recupero del calore di scarto di processi produttivi (ad esempio nel settore delle ceramiche, delle fonderie, delle lavorazioni dei metalli, vetrerie, ma anche farmaceutiche e alimentari), mentre in ambito agricolo trovano applicazione a corredo di impianti a biogas o impianti alimentati a biomasse. 

https://www.bitzergreenpoint.com/en/

Articolo precedenteSistema elettrico italiano, le rinnovabili hanno coperto il 35,6% dei consumi
Articolo successivoNet Zero Industry Act: il PE accelera le Valli Industriali

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Leave the field below empty!