Bertrand Piccard presenta Climate Impulse, il giro del mondo su un aereo a idrogeno

L’esploratore svizzero tenta un nuova impresa: completare nel 2028 il primo volo intorno al mondo senza scali, a bordo di un aereo alimentato a idrogeno verde liquido

Climate Impulse
Solar Impulse 2 Credits: Anthony Quintano – https://www.flickr.com/photos/quintanomedia/25612049494/, CC BY 2.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=48398803

Piccard: da Solar Impulse a Climate Impulse

(Rinnovabili.it) – Nel 2016 aveva fatto parlare di sé con un’impresa grandiosa: il primo giro del mondo a bordo di un aereo fotovoltaico. Oggi Bertrand Piccard, esploratore svizzero e pioniere del green tech torna con un nuovo e ambizioso progetto: tentare la circumnavigazione del globo stavolta con un aereo a idrogeno. Climate Impulse – questo il nome dell’iniziativa – muove i primi passi esattamente da dove si era fermato Solar Impulse, il velivolo solare, per portare avanti lo stesso messaggio. Ossia che le soluzioni per contribuire a costruire un mondo più pulito ed efficiente, esistono e possono portare a risultati straordinari. 

In questa nuova avventura, Piccard è accompagnato dall’ingegnere e pilota Raphaël Dinelli e dalla società scientifica Syensqo come principale partner tecnologico. Insieme lavoreranno per tentare il giro del mondo nel 2028.

Giro del mondo a bordo di un aereo a idrogeno

I lavori sono già iniziati. Negli ultimi due anni Climate Impulse ha raccolto i contributi di Airbus, Daher, Capgemini su ricerca, progettazione e sviluppo e oggi, sotto la direzione di Dinell, è iniziata la fase costruttiva che durerà due anni. E dopo altri due anni di test, lo speciale aereo a idrogeno spiccherà il volo attorno all’Equatore. Il progetto ha davanti a sé diverse sfide, alcune più semplici come la produzione di idrogeno da energie rinnovabili e al suo utilizzo attraverso celle a combustibile, altre decisamente più complesse come la capacità di mantenere l’idrogeno liquido a -253°C durante circa nove giorni di volo. Ciò richiede innovazioni rivoluzionarie nella creazione di serbatoi termici adattati, aprendo nuovi orizzonti nella tecnologia aeronautica. Ma l’obiettivo principale del progetto rimane la comunicazione.

“In questo mondo pieno di eco-ansia, dobbiamo ripristinare la speranza e stimolare l’azione dimostrando soluzioni dirompenti che portino a un progresso sostenibile”, afferma Piccard. “Più che volare intorno al mondo con un aereo a idrogeno, Climate Impulse esplorerà nuovi modi di pensare e agire per promuovere una migliore qualità della vita. Soluzioni efficienti uniranno persone, dai cittadini e dagli attivisti ambientali ai leader politici e imprenditoriali, spostando la narrazione dal sacrificio e dalla paura all’entusiasmo e all’azione”.

Articolo precedenteRiscaldamento globale: serve un nuova categoria 6 per gli uragani?
Articolo successivoL’UE approva nuovi limiti di esposizione per piombo e diisocianati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Leave the field below empty!