Rinnovabili • Guida all’Ecobonus

Guida all’Ecobonus: quali spese di riqualificazione energetica sono ammesse

PremiumContenuto
Premium

E’ il momento della dichiarazione dei redditi 2024 e per rispondere ai molti dubbi che attanagliano i contribuenti in merito agli interventi di riqualificazione energetica, il Fisco ha predisposto una Guida all'Ecobonus con tanto di tabelle riassuntive, lavori ammessi, adempimenti e certificazioni da presentare

Credits Adobe Stock L’Ecobonus permette di detrarre le spese sostenute per gli interventi di riqualificazione che coinvolgono involucro, superfici vetrate ed impianti   Si è aperta da pochi giorni la finestra per l’invio all’Agenzia delle Entrate della precompilata 2024 non senza qualche intoppo. Per anticipare i dubbi dei contribuenti il Fisco ha messo a disposizione una serie di Vademecum sulle agevolazioni fiscali e sulle modalità da seguire per inserirle nella dichiarazione. I Bonus edilizi si sono meritati manuali ad hoc per ciascuna tipologia di intervento destinato una Guida all’Ecobonus, al Sismabonus, al Bonus Verde, Bonus Facciate, Superbonus e Bonus Barriere architettoniche.  Entriamo nel dettaglio del Manuale dedicato agli interventi di riqualificazione energetica, detraibili con l’Ecobonus. A quali quesiti risponde la Guida all’Ecobonus del 2024 Nel Vademecum dell’Agenzia delle Entrate dedicato all’Eco bonus sono inseriti approfondimenti specifici per: Spese per interventi finalizzati al risparmio energetico – Eco bonus (Righi E61/E62, quadro E, Sez. IV), contenente l’elenco dei soggetti ammessi, cessione e sconto in fattura, limiti di detraibilità, interventi ammessi ed edifici interessati. Interventi di riqualificazione energetica di edifici esistenti e le tipologie di lavori ammessi. Interventi sull’involucro degli edifici esistenti  Installazione di pannelli solari Sostituzione di impianti di climatizzazione invernale Acquisto e…
Rinnovabili •
About Author / Alessia Bardi

Si è laureata al Politecnico di Milano inaugurando il primo corso di Architettura Ambientale della Facoltà. L’interesse verso la sostenibilità in tutte le sue forme è poi proseguito portandola per la tesi fino in India, Uganda e Galizia. Parallelamente alla carriera di Architetto ha avuto l’opportunità di collaborare con il quotidiano Rinnovabili.it scrivendo proprio di ciò che più l’appassiona. Una collaborazione che dura tutt’oggi come coordinatrice delle sezioni Greenbuilding e Smart City. Portando avanti la sua passione per l’arte, l’innovazione ed il disegno ha inoltre collaborato con un team creativo realizzando una linea di gioielli stampati in 3D.