Completata la facciata di Masaryčka, nuovo simbolo di Praga firmato dal team Zaha Hadid

Lo studio di Zaha Hadid Architects ha completato la facciata dorata dell’edificio Masaryčka, punto di partenza del grande processo di riqualificazione dell’area adiacente alla stazione ferroviaria

Masaryčka
credits: masaryckaspojuje

La facciata “dorata” del Masaryčka rispecchia le caratteristiche della Città Vecchia

(Rinnovabili.it) – E’ stata inaugurata da pochi giorni eppure la facciata dell’edificio Masaryčka, a due passi dalla stazione centrale di Praga, è già un punto di riferimento per l’intera città. Parte di un progetto più grande che permetterà di riqualificare l’area adiacente alla stazione ferroviaria di Masaryk, la sorprendente facciata è progettata dallo studio di Zaha Hadid Architects. Il complesso si estenderà su una superficie di 28.000 mq inglobando uffici e negozi all’interno di due blocchi da nove e sette piani.

Rivitalizzare la stazione ferroviaria

Grazie ad un progetto congiunto con le Ferrovie Ceche, il complesso ideato da ZHA modernizzerà la storica stazione creando una nuova piazza pubbliche che si estenderà parzialmente sopra i binari e riqualificando un’area rimasta abbandonata per decenni. Il completamento della facciata dell’edificio Masaryčka è il primo importante passo verso il completamento dell’intero sistema previsto per il 2026.

Un dialogo costante con la città storica

L’estetica dell’edificio Masaryčka si mette in completa relazione con il centro storico di Praga, soprannominata la “città dorata delle 100 guglie”. Il design dell’involucro incorpora alette esterne quali schermature solari e un’interazione unica di elemento verticali ed orizzontali particolarmente evidenti nella facciata occidentale posta di fronte alle guglie della Città Vecchia.

Progettazione ecosostenibile per le esigenze del futuro

Masaryčka
credits: masaryckaspojuje

L’edificio Masaryčka punta alla certificazione LEED Platinum mettendo in atto soluzioni finalizzate alla sostenibilità ed all’efficienza. La facciata a doppio isolamento ottimizza la luce naturale, senza eccessivo guadagno solare; le terrazze esterne ed i giardini pensili assicurano la possibilità di accedere all’esterno agli occupanti della struttura mitigando l’effetto isola di calore; i sistemi di gestione intelligente monitorano e regolano i sistemi di controllo ambientale, riducendo sprechi e consumi di energia.

L’attenzione alle soluzioni ecologiche si estende al verde, impiegando solo vegetazione locale. L’irrigazione avviene grazie al recupero dell’acqua piovana, mentre un impianto di riciclaggio delle acque grigie riduce i consumi idrici. La presenza del verde agisce come filtro naturale ed elemento di raffrescamento. La costruzione di Masaryčka dà priorità ai fornitori locali e ai materiali ad alto contenuto riciclato, in linea con gli obiettivi del 2025 per il carbonio incorporato e operativo stabiliti dalla RIBA 2030 Climate Challenge. Questo approccio riflette un impegno verso la sostenibilità e pratiche di approvvigionamento responsabili.

Vedi la galleria completa.

Articolo precedenteLa capacità di generare valore condiviso: Leroy Merlin Italia presenta il Bilancio di Sostenibilità
Articolo successivoResa moduli fotovoltaici: +6% ottimizzando la progettazione

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Leave the field below empty!